Martedì, 16 Gennaio, 2018

Le presenze: giù del 50%

Anno nero per il cinema italiano: 46 per cento di presenze in meno nel 2017 Cinema, un 2017 «orfano» di Zalone: crollano (-44%) i biglietti venduti
Deangelis Cassiopea | 10 Gennaio, 2018, 23:24

Sono i dati resi noti all'Anica (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali che rappresenta l'industria cinematografica italiana).

Al contrario nel 2017 soltanto due produzioni nazionali hanno a stento superato i 10 milioni.

Il 2017 è stato negativo anche per gli incassi generali, che hanno registrato il -11,63%, mentre le presenze segnano -12.38%. Rispetto al 2016 si è registrata una diminuzione degli incassi al box office dell'11.63% e un decremento delle presenze del 12.38%, il secondo peggior risultato sia in termini di presenze che di incassi dopo la stagione del 2014 (box office: 575.247.515 euro; presenze: 91.526.747).

Se nel 2016 al botteghino il cinema italiano si era difeso bene, con due casi eccezionali come Quo Vado di Checco Zalone e Perfetti Sconosciuti di Paolo Genovese, nel 2017 invece i risultati sono stati molto meno lusinghieri. Il 2017, inoltre, porta in dote un progressivo declino dei film 3D - non tanto nelle produzioni (38 in totale, +2 rispetto a 2016) quanto negli incassi (-30,3%) - un aumento dei contenuti complementari (eventi, edizioni speciali, ri-edizioni, edizioni restaurate) dove figuriamo tra i migliori in Europa (+30,7% d'incassi) e, infine, la conferma di una realtà ormai certificata: gli italiani d'estate amano vedere i film nelle piazze, nei cortili e all'aperto, ma non si recano più nelle sale cinematografiche.

Film di successo che hanno determinato un buon risultato nel 2016 con una differenza percentuale evidente nel confronto con il 2017. Nel 2017 le pellicole nostrane hanno fatto registrare una vera e propria debacle: incasso totale del 46.35% in meno rispetto al 2016 e crollo anche delle presenze con un -44.21%.

Nel dettaglio, il cinema italiano ha incassato circa 89 milioni di euro in meno rispetto al 2016 per un numero di biglietti venduti inferiore di 13.3 milioni. I migliori risultati dell'anno infatti hanno solo di poco superato quella cifra: L'ora legale e Mister Felicità hanno incassato rispettivamente 10.3 milioni e 10.2 milioni di euro. Il solo film di Checco Zalone aveva ottenuto circa il 34 per cento degli incassi e il 31 per cento delle presenze del cinema italiano nel 2016.

A seguire tre pellicole distribuite da Universal: Cattivissimo me 3 (2,8 milioni di presenze e 18 milioni di incasso); Cinquanta sfumature di nero (2,2 milioni di presenze e 14,9 milioni di incasso) e Fast & Furious 8 (2 milioni di presenze e 14,8 milioni di incasso).

Altre Notizie