Martedì, 25 Settembre, 2018

Renzi: "Elezioni? Partita aperta, il Pd punta a superare il 25%"

Salario minimo, pregi e difetti della proposta di Matteo Renzi Renzi: “Mi candido a Firenze, in Campania e Lombardia. Voto a LeU è un voto a Salvini”
Evangelisti Maggiorino | 10 Gennaio, 2018, 12:09

Maria Elena Boschi sarà nelle liste Pd alle elezioni, lo ribadisce Matteo Renzi durante 'Otto e mezzo', precisando che la sottosegretaria si candiderà in "più posti", come del resto "tutti i dirigenti Pd". "Il principio è il salario minimo legale, un limite orario oltre il quale non si può andare", - spiega.Nove-dieci euro l'ora, l'ipotesi cui sta lavorando un gruppo di lavoro guidato da Tommaso Nannicini.S ul tavolo c'è anche la possibile abolizione del canone Rai.

"Sarò candidato a Firenze nel collegio uninominale e poi in Campania e Lombardia nel proporzionale". Si parte dal lavoro.

Roma, 9 gen. (askanews) - "Intanto si fa una foto di come stavamo e di come stiamo, da 22 siamo passati a 23 milioni di posti di lavoro".

Queste soglie di reddito potrebbero essere riutilizzate in caso di estensione degli 80€ alle famiglie; d'altronde lo stesso Bonus Bebè viene riconosciuto alle famiglie con un reddito inferiore ai 25mila euro.

Proposte che potrebbero sembrare infattibili, ma Renzi assicura: "Per ogni misura indicheremo le coperture".

"La questione del canone Rai vale al massimo un miliardo e mezzo di euro, le promesse della destra tutte insieme valgono 200 miliardi". "Sono un remake del passato solo che al posto di Bossi in canottiera c'è Salvini con la felpa, e al posto di Fini c'è la Meloni", e l'ultima volta che hanno governato "hanno portato l'Italia a un centimetro dalla bancarotta".Contrario, Renzi, anche alla proposta lanciato da Liberi e Uguali per abolire le tasse universitarie.

Un confronto, quello con il territorio che Lo Russo considera "molto azzeccato" per "declinare le proposte politiche per l'Italia". Così il segretario del Pd, Matteo Renzi, intervistato dal Tg3. "È proprio nelle migliaia di comuni italiani", aggiunge, "che ci si confronta quotidianamente e in prima linea con i problemi dei cittadini e sono proprio gli amministratori locali del PD la struttura portante di un pensiero e di un'azione politica e amministrativa efficace ed efficiente che costituisce la spina dorsale del partito".

Con Padoan, ha detto ancora il leader del Pd, "Non ho mai avuto rapporti conflittuali: quando abbiamo avuto idee diverse, abbiamo lavorato comunque insieme".

Altre Notizie