Martedì, 19 Giugno, 2018

Finta morte a Roma per l'abete Spelacchio, smontato e rimontato

“Spelacchio” non morirà. Per l’albero di Natale più famoso del mondo è pronta una seconda vita. Due metri cubi di legno da cui si possono ricavare arredi per esterni o migliaia di matite per gli studenti. Il ruolo del Pefc Italia Perché hanno bloccato la rimozione di Spelacchio?
Evangelisti Maggiorino | 09 Gennaio, 2018, 20:52

L'albero verrà rimosso nei prossimi giorni - stamattina alcuni operai avevano iniziato a smantellarlo per errore - e Raggi ha cercato di difendere il suo aspetto e rivendicare il fatto che nelle ultime settimane ne abbiano parlato un po' i giornali di tutto il mondo (per irriderlo, ovviamente). Con i messaggini che romani e turisti durante le festività natalizie hanno affidato all'abete si dovrebbe invece realizzare un libro.

Lo ha detto uno degli operai impegnati nelle operazione di "riallestimento" dell'albero di Natale tanto contestato. Oppure, magari, optare per una soluzione che contempli un mix di queste possibilità.

"Gadget ricordo e una 'Baby little Home'", confortevole casetta in legno per consentire alle mamme di accudire i propri bambini con fasciatoio, poltrona per l'allattamento e tavolino da gioco per i piccoli.

L'albero di Natale in piazza Venezia a Roma, al centro di tante polemiche, sta per essere rimosso. La decisione è arrivata dalla Giunta Capitolina grazie all'accordo con la Comunità della Val Di Fiemme, dove l'albero tornerà per la lavorazione. Lo comunica il Campidoglio. Ora avrà una nuova vita. Vogliamo fare di questa star internazionale un esempio concreto di riuso creativo, perché tutto può tornare a nuova vita. È entrato nel quotidiano della gente e ha rapito l'attenzione di radio e tv. "Per questo, non limitiamoci a fare di Spelacchio solo il simbolo delle feste, facciamo di più, eleviamolo a simbolo di un'economia circolare sempre più necessaria per il futuro di Roma e delle nuove generazioni".

Altre Notizie