Sabato, 23 Giugno, 2018

Lorenzin lancia simbolo lista 'Civica popolare'

Civica popolare Beatrice Lorenzin presenta il simbolo Beatrice Lorenzin
Evangelisti Maggiorino | 09 Gennaio, 2018, 18:32

Eccolo il simbolo di Civica popolare, il nuovo partito nato al centro del centrosinistra. La margherita utilizzata è molto diversa da quella del partito di Rutelli, perché dopo la diffida annunciata dall'ex sindaco di Roma si è dovuto correre ai ripari.

La margherita originaria sarà sostituita da un fiore generico frutto, secondo quanto apprende l'Adnkronos, dell'immaginazione di un bambino. Escludendo la margherita, prosegue Lorenzin, il fiore è piuttosto "una peonia o un girasole".

Leadership per il ministro uscente che conferma con decisione: "Questo simbolo ha una storia - continua la responsabile della Salute - crescita, speranza e futuro sono le tre parole chiave di questo fiore". La presentazione ufficiale del nuovo simbolo, è avvenuta al Tempo di Adriano a Roma: un fiore che riunisce altri cinque loghi su uno sfondo rosa.

Nella veste grafica del 'marchio' ufficializzato questa mattina, insieme alla margherita 'trentina', a dir la verità, ci sono anche gli emblemi di 'Centristi per l'Europa' di Pier Ferdinando Casini e Giampiero D'Alia; di Italia dei Valori, l'Italia è popolare e Alternativa popolare: le altre forze che hanno aderito alla 'lista Lorenzin'. "Non è una lista elettorale ma una proposta politica". Una scelta di campo che, tuttavia, non si tradurrà in subalternità al Partito Democratico: Civica Popolare, ribadisce Lorenzin, si muoverà "in autonomia" rispetto ai democrat, "siamo una nuova forza politica che vuole contare, noi ci mettiamo in gioco". "Gli italiani hanno capito che si tratta di promesse non mantenibili", spiega.

E, utilizzando una metafora "sanitaria", aggiunge: "Abbiamo vaccinato gli italiani, ma credo che l'Italia abbia bisogno di un vaccino contro l'incapacità e dai populismi e gli estremismi".

Il programma, sul quale gli alleati si confronteranno nei prossimi giorni, verrà presentato "in più tappe". Un obiettivo da perseguire, sottolinea il ministro della Sanità, in continuità con il lavoro svolto in questi ultimi anni dai governi di centrosinistra: "Noi - dice Lorenzin - siamo partiti da cinque anni di governo".

Altre Notizie