Venerdì, 19 Ottobre, 2018

Nicchi sul Var: "Bilancio molto positivo, ma il protocollo va corretto. Calvarese…"

Nicchi ‘VAR? Gli errori ci stanno Nicchi ‘VAR? Gli errori ci stanno
Cacciopini Corbiniano | 09 Gennaio, 2018, 17:38

Lo dice il presidente dell'Aia, Marcello Nicchi, tracciando un bilancio della moviola in campo dopo 20 giornate di Serie A. Uefa e Fifa ci prendono ad esempio: l'Italia sta acquisendo importanza nel mondo arbitrale.

Strenua, quindi, la difesa nei confronti della nuova tecnologia.

"È positivo che si discuta del Var, vuol dire che piace". Sono aumentati i rigori perché le telecamere vedono tutto, i calciatori non vengono più squalificati per proteste. Bisogna incoraggiare lo strumento. Su 900 casi sono 5 gli errori, direi una percentuale insignificante.

"FIGC? CI CANDIDIAMO NOI" - Infine una provocazione quando si parla del dopo Tavecchio. Non mi va di parlare del singolo arbitro, ma di far sapere la verità: l'arbitro in campo resta centrale perché è colui che prende la prima e l'ultima decisione. Su un fallo di mano, è lui a giudicare. Quando arbitravo, mi è capitato di non concedere rigori in 10 partite consecutive e poi concederne 3 in una sola partita. "Siamo in una fase sperimentale, e qualcosa da sistemare c'è sempre".

Altre Notizie