Venerdì, 21 Settembre, 2018

Alitalia, le tre offerte: Lufthansa, EasyJet e Cerberus

Alitalia, il ministro Calenda: “Ci sono tre offerte” Alitalia, tre offerte da valutare
Esposti Saturniano | 09 Gennaio, 2018, 13:52

"Oggi abbiamo sul piatto tre offerte" per Alitalia.

"Io non ho preferenze", ha aggiunto Calenda, "per me la questione è molto oggettiva e la valutazione sarà fatta sui numeri", ha chiarito rispondendo alle domande.

Questo articolo ha ricevuto commenti!

In lizza ci sono Lufthansa ed EasyJet che si sono fatte avanti solo per la parte volo e il fondo Usa Cerberus, pronto ad acquisire l'intera compagnia ma senza aver mai presentato un'offerta formale. La negoziazione in esclusiva, ha quindi spiegato, "riguarderà esuberi, costi per lo Stato e ovviamente la validità di un progetto industriale dal punto di vista delle connessioni aeree".

Il ministro Calenda ha poi parlato del prestito ponte di 900 milioni di euro che è ancora "intonso" grazie al buon lavoro svolto dai commissari. "Abbiamo bisogno che questa storia di Alitalia trovi una conclusione", ha puntualizzato Calenda.

Era il 2008 e la nuova proprietà, sostenuta dall'allora governo Berlusconi ma priva di esperienza nel settore aereo, non riuscì a garantire alla compagnia l'investimento economico necessario al rilancio, tanto che dopo pochi anni si tornò a parlare di fallimento e i successivi governi Letta e Renzi optarono per un accordo con gli Emirati Arabi Uniti di Etihad per la cessione di un 49% di Alitalia.

Il resto è ben noto: tagli continui dei costi e soprattutto del personale, accompagnati di pari passo da un aumento esponenziale dei fondi erogati dallo Stato per tenere in piedi ciò che restava della storica compagnia di bandiera nazionale.

Altre Notizie