Martedì, 18 Giugno, 2019

Roma, Monchi: "Momento difficile, abbiamo parecchi problemi"

SERIE A TIM SERIE A TIM
Cacciopini Corbiniano | 08 Gennaio, 2018, 14:58

Dobbiamo cercare il primo e lavorare per trovare soluzioni.

C'è un senso di smarrimento... Dobbiamo lavorare insieme per trovare le soluzioni. Ci sono problemi sportivi, mentali e di atteggiamento, non siamo arrivati qua solo per una cosa.

Avevo detto che dopo il derby e il girone di Champions passato da primo dovevamo dimostrare di essere forti.

Sembra che la squadra abbia perso questa capacità di giocare collettivamente, la vede anche lei così?

Sì, come ho detto prima, non si tratta solo di una cosa ma di più problemi. Se Nainggolan è ancora un giocatore da Roma?

(La Stampa - M. De Santis) Con il carbone atalantino dell'Epifania, ultima stazione di una profonda crisi d'identità e di risultati consumata tra panettoni, pandori, spumanti e scriteriate dirette sui social, tutti i sogni di grandeur della Roma se ne vanno via. Non bisogna fare analisi definitive nei primi sei mesi, tutti, me compreso, possiamo fare di più.

Su Bruno Peres in uscita verso il Benfica che dice?

Da direttore sportivo può fare il giornalista per un secondo, Coutinho è un nuovo giocatore del Barcellona per 160 milioni, dove andiamo con questi prezzi?

Oggi ho solo la testa all'Olimpico, quello che ha fatto il Barcellona non mi interessa perché è un momento difficile per la mia squadra e il mio tecnico.

Partiamo dal caso Nainggolan. Ci sono nuove prospettive di mercato?

No, non cambia niente.

Che chiave di lettura trova al momento della Roma?

Non sono attualmente obiettivi per la Roma. Le sensazioni sono negative e siamo professionisti, quindi serve lavorare con la testa alta cercando soluzioni.

Sono qui per prendere decisioni sul presente e sul futuro. "Ci siamo messi in una situazione difficile e le sensazioni sono negative".

Altre Notizie