Venerdì, 22 Novembre, 2019

Perché Renzi ora vuole abolire il canone Rai

Rai canone sì canone no. Ma di cosa stiamo parlando Perché Renzi ora vuole abolire il canone Rai
Esposti Saturniano | 08 Gennaio, 2018, 14:33

"Se riusciamo a far pagare di meno i cittadini per il servizio pubblico può essere anche una cosa positiva". Signore e signori il "bugiardo d'annata" e il "novello bugiardo" sono partiti con le prese per il culo colossali.

Nessuno ricorda che tra Natale e Capodanno il Consiglio dei Ministri ha varato il contratto di servizio Rai a mio giudizio terribile, senza obblighi precisi e storicamente mai rispettato? Per evitare il tranello dei "valori assoluti", che ovviamente sono poco rappresentativi della reltà se non si tiene conto della ricchezza media dei Paesi di riferimento, l'area studi di Piazzetta Cucci offriva un raffronto il percentuale del prodotto interno lordo pro capite.

Quello che è certo, ad oggi, è che anche quest'anno, con le bollette dell'elettricità, arriverà il canone. "C'è stato l'opposto. La voglia di dire che tutto andava benissimo e che erano stati raggiunti risultati mirabolanti, quando per rimediare ai danni della crisi ci vuole e ci vorrà ancora molto lavoro". "Non facciamo proclami, noi parliamo coi fatti", replica Renzi. Per il deputato M5S e presidente della commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico, "Renzi e il Pd hanno aspettato la fine della legislatura e lo scioglimento delle Camere per fare l'ennesima proposta propagandistica sulla Rai con l'occhio puntato sulle elezioni".

Matteo Orfini risponde al ministro dello Sviluppo economico, affermando che "per la cronaca, la fiscalizzazione del canone Rai è una nostra proposta storica". "Canone Rai. Prima del nostro governo aumentava ogni anno". Questa volta però, il ministro dello Sviluppo economico su Radio Capital, condotto da Massimo Giannini e Edoardo Buffoni, ha criticato Pietro Grasso, leader di Liberi e uguali, che ieri ha proposto l'abolizione delle tasse universitarie: "È una proposta trumpiana un supporto alla parte più ricca del Paese, perché gli studenti meno abbienti sono già esentati dalle tasse". E aggiunge: "Buio per il Fiorentino. Dicesi incoerenza". Sul tema interviene anche il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli: "Non posso commentare una proposta basata su una indiscrezione - dichiara - mi meraviglia anche la fretta con cui si dà tutto per certo ed il tono di alcune reazioni". "Quello che so è che il governo Renzi con la riforma del canone in bolletta ha recuperato l'evasione ed abbassato il costo per i cittadini onesti che lo pagavano".

"La Rai è un pezzo dell'Italia per gli italiani nel mondo, teniamocela stretta".

Altre Notizie