Sabato, 11 Luglio, 2020

Trump: "Sono un genio e un genio stabile"

Trump: Trump: "Sono un genio e un genio stabile"
Evangelisti Maggiorino | 07 Gennaio, 2018, 07:49

L'interrogativo sulla salute mentale del tycoon ha preso corpo dopo le rivelazioni contenute nel libro Fire and Fury, scritto dal giornalista Michael Wolff: "Ora che la storia della collusione con la Russia, dopo un anno di intense ricerche, si è rivelata una bufala totale, i democratici e i loro tirapiedi, i media mainstream produttori di fake news, hanno tirato fuori il vecchio manuale Ronald Reagan e sbraitano sulla mia stabilità mentale e sulla mia intelligenza", ha scritto Trump su Twitter. Privatamente alcuni hanno espresso preoccupazione, considerando difficile avere fede in una casa bianca che lavora così. Il presidente Usa ha evidenziato come questa strada sia stata già percorsa dalla sua avversaria alle elezioni, Hillary Clinton, definita nel suo post "la corrotta".

"In realtà - ha continuato Donald Trump - per tutta la mia vita le mie qualità migliori sono state la stabilità mentale ed essere veramente intelligente".

"Sono passato dall'essere un imprenditore di successo ad una star della Tv per finire a diventare il presidente degli Stati Uniti".

E conclude: "Penso che questo mi qualifichi non come intelligente, ma come genio. e un genio molto stabile".

"Il 100% delle persone che lo circondano, il genero Jared Kushner, Ivanka, mettono in discussione la sua capacità di governare", aveva detto alla Nbc l'autore del volume che nell'intervista ha precisato: "Tutti l'hanno descritto allo stesso modo, dicono che è come un bambino (...) che ha bisogno di gratificazione immediata, tutto ruota intorno a lui". Una chiacchierata da bar, forse sarebbe meglio dire da spogliatoio, se non fosse che la moglie dell'amico in questione poteva ascoltare l'intera conversazione tramite interfono.

Altre Notizie