Martedì, 16 Ottobre, 2018

Gasolio raffinato male: danni a diverse auto, la risposta dell'Eni

Scandalo gasolio, danni a centinaia di auto nel Salento per gasolio non raffinato correttamente Gasolio raffinato male: danni a diverse auto, la risposta dell'Eni
Esposti Saturniano | 05 Gennaio, 2018, 10:46

È questa la tesi di Fabrizio Camilli, storico presidente regionale di Assopetroli e titolare di alcune agenzie di distribuzione: "Purtroppo, c'è una sorta di monopolio della distribuzione del carburante tra Puglia, Calabria e Campania".

A lanciare l'allarme è stato ieri lo "Sportello dei Diritti" che, in una nota stampa, ha notiziato di difetti alle pompe di gasolio ed agli iniettori con arresto improvviso di numerosi veicoli.

"Si tratta di un caso estremamente raro - rileva Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti" - che merita le opportune verifiche da parte delle autorità competenti, anche perché sinora non è stata resa nota alcuna nota ufficiale in merito da parte della società che è responsabile della raffineria tarantina che avrebbe causato le problematiche in questione".

È scoppiato "un vero e proprio putiferio - sostiene D'Agata - nelle province di Lecce, Brindisi e Taranto tra gli automobilisti infuriati per i danni subiti dalle proprie autovetture a causa del gasolio non correttamente raffinato, distribuito in moltissime pompe delle tre province e che proverrebbe da una raffineria di Taranto".

Non si tratterebbe a quanto pare di casi isolati, ma di un vero e proprio danneggiamento di massa come raramente se ne sono visti sul territorio nazionale. I veicoli, dopo il rifornimento di gasolio, hanno manifestato difetti alle pompe di gasolio ed agli iniettori con arresto improvviso. Il problema sorto, sembra sia da addebitarsi al fatto che nei giorni scorsi a ridosso del Natale, si sarebbe verificato presso una raffineria di Taranto un problema di mixaggio. Danni che possono essere superati con interventi che possono costare intorno ai trecento euro, a partire da pulizia del serbatoio dell'auto e operazioni simili, oppure anche riparazioni da migliaia di euro, qualora sia necessario sostituire la pompa del carburante o altri impianti più costosi.

I danni causati dal gasolio "dannoso" sono ingenti, dal momento che ogni automobilista ha sopportato mediamente spese che si attestano attorno ai mille e 500. Lo Sportello dei diritti ha presentato un esposto alla procura della Repubblica di Lecce. "Sono tuttora in corso approfondimenti - si legge ancora nel comunicato - sulla catena di distribuzione a valle per accertare le cause di disservizi subiti".

Altre Notizie