Sabato, 20 Luglio, 2019

Varese, Galimberti firma l'ordinanza anti-botti a San Silvestro

Raggi prepara l’ennesimo rimpasto Il sindaco di Roma Virginia Raggi
Evangelisti Maggiorino | 31 Dicembre, 2017, 04:06

A pochi giorni dalla notte di San Silvestro, come di consueto, sindaci e commissari prefettizi impongono il divieto di "botti" e fuochi d'artificio, per un arco temporale che, nella maggior parte dei casi, si estenderà fino alla festa dell'Epifania. Sarà impossibile, del resto, esercitare la men che minima forma di controllo sulle migliaia di famiglie che terranno fede alla tradizione di festeggiare l'arrivo del nuovo anno facendo saltare in aria i vari prodotti pirotecnici disponibili, in gran numero, sul mercato.

Sempre al fine di tutelare le condizioni di ordine e sicurezza pubblica, in occasione del Capodanno in Piazza Regina Margherita, è stata emessa ulteriore ordinanza di divieto di vendita per asporto di bevande contenute in bottiglie e bicchieri di vetro da parte degli esercenti delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande ubicate in Piazza Regina Margherita e Piazza Rossano, dalle ore 17:00 del 31 dicembre 2017 alle ore 08:00 dell'1 gennaio 2018.

Nel provvedimento il primo cittadino, inoltre, stabilisce anche il "divieto di utilizzo di fuochi pirotecnici, in luoghi privati, senza licenza; il divieto di impiego di articoli pirotecnici teatrali e di altri articoli pirotecnici per scopi diversi da quelli cui gli articoli stessi sono espressamente destinati".

Nella mattinata di ieri, venerdì 29 dicembre, il sindaco Sergio Bossi ha infatti firmato l'ordinanza n° 399 (già affissa all'Albo pretorio e pubblicata sul sito internet del Comune) per la tutela delle persone e degli animali dai possibili danni derivanti dall'uso di materiale esplodente e sull'utilizzo di fuochi artificiali, petardi, botti, razzi e materiale pirotecnico.

Multe da 25 a 500 euro per chi festeggerà Capodanno con petardi o botti a Cuneo, Alba, Bra e Saluzzo. Oltre, naturalmente, al sequestro del materiale esplodente. "Deroghe potranno essere concesse dall'Amministrazione Comunale su richiesta scritta e motivata nell'ambito dello svolgimento di particolari manifestazioni".

Altre Notizie