Venerdì, 19 Luglio, 2019

Aperte le candidature M5S. Di Maio: "Multe a chi tradisce"

M5S Di Maio al Circo Massimo ma non sul palco. Insorge il Pd Circo Massimo
Evangelisti Maggiorino | 30 Dicembre, 2017, 20:23

Lo statuto dice che il "Collegio dei Probiviri vigila sul rispetto dei doveri degli iscritti ed a tal fine irroga le sanzioni disciplinari".

"Oggi apriamo ufficialmente le candidature per le parlamentarie che si terrano intorno a metà gennaio - ha aggiunto Di Maio - Per poterci presentare alle elezioni ci siamo dovuti dotare di un nuovo Statuto e di un nuovo Codice Etico".

"In considerazione del fatto che gli oneri per l'attività politica e le campagne elettorali sono integralmente a carico del MoVimento 5 Stelle, ciascun parlamentare, in caso di: - espulsione dal Gruppo Parlamentare del MoVimento 5 Stelle e/o dal MoVimento 5 Stelle; - abbandono del Gruppo Parlamentare del MoVimento 5 Stelle e/o iscrizione ad altro Gruppo Parlamentare; - dimissioni anticipate dalla carica non determinate da gravi ragioni personali e/o di salute ma da motivi di dissenso politico; sarà obbligato a pagare al MoVimento 5 Stelle, entro dieci giorni dalla data di accadimento di uno degli eventi sopra indicati, a titolo di penale, la somma di 100.000,00 quale indennizzo per gli oneri sopra indicati per l'elezione del parlamentare stesso". Proprio per questo ecco il nuovo "Codice Etico" - che a differenza di quello del 2013 elimina il divieto di coalizione con altre forze politiche -, insomma le regole di comportamento politico da rispettare e sottofirmare. Si specifica, però, che devono "compiere ogni atto funzionale all'attuazione e realizzazione del programma del M5S e ad astenersi da comportamenti che possano risultare di ostacolo per l'attuazione del programma". "Questo gruppo di parlamentari dovrà essere di persone di esperienza, come gli uscenti, di competenza e di sensibilità, dovrà tenere insieme tutto quello che serve per governare".

Gli eletti dovranno rimanere fedeli al Movimento, saranno cioè obbligati "a votare la fiducia, ogni qualvolta ciò si renda necessario, ai governi presieduti da un presidente del Consiglio dei ministri espressione del MoVimento 5 Stelle". O meglio, per il Movimento 5 stelle è finita un'epoca. Dal 30 dicembre al 3 febbraio gli attivisti avranno tempo per presentare la propria candidatura. Nasce, quindi, la nuova Associazione denominata "MoVimento 5 Stelle", con sede a Roma.

Nel testo pubblicato sul blog di Grillo, Di Maio ha poi spiegato che potranno candidarsi anche persone che - rispettando i requisiti e comunque in base alle scelte di Di Maio e di Grillo - non sono al momento iscritte al Movimento 5 Stelle. "Dopo aver accettato l'iscrizione alla nuova associazione, è possibile presentare la propria autocandidatura per le parlamentarie dalla pagina di modifica del profilo".

Altre Notizie