Domenica, 21 Luglio, 2019

Rifiuti da Roma, la Raggi: "Momento delicato, niente polemiche"

Rifiuti, Raggi: saremo grati a Bonaccini se ci aiuterà Rifiuti da Roma, la Raggi: "Momento delicato, niente polemiche"
Evangelisti Maggiorino | 29 Dicembre, 2017, 19:08

Sui rifiuti da Roma "stiamo facendo verifiche coi territori, perchè non decidiamo da Bologna in solitudine- sottolinea ancora Bonaccini, oggi durante i saluti di fine anno con la stampa - ho apprezzato molto l'educazione istituzionale del presidente Nicola Zingaretti rivolto a tutte le Regioni". Ieri Bonaccini, in merito alla richiesta del Lazio di smaltire una quantità di rifiuti romani, aveva osservato che "se ci fossero atteggiamenti meno arroganti della sindaca Virginia Raggi forse questo aiuterebbe ad avere un rapporto istituzionale un pò meno complicato".

"Benvenuta" è la risposta del Presidente della Regione Emilia-Romagna all'invito del sindaco di Roma Virginia Raggi ad abbassare i toni, dopo che lo stesso Bonaccini l'aveva definita "arrogante". In più ha fatto due gare per l'acquisto e varie per il noleggio di mezzi e sono andate tutte deserte.

"Abbiamo segnalato l'anomalia all'Anac e all'Agcm e, nel frattempo abbiamo sbloccato una procedura e arriveranno, a partire dal prossimo mese, 90 mezzi in più". "La situazione dei mezzi di Ama è particolarmente critica - ha aggiunto - il parco mezzi è composto da macchine con 8-9 anni con picchi di vetusta' fino a 18 anni, quando la media normale è di 5 anni". Ho dato indirizzo ad Ama di mettere in sicurezza la situazione dei rifiuti della Capitale. "Ora - ha continuato Raggi - quello che so, è che la Regione Lazio e l'Ama hanno fatto richiesta all'Emilia Romagna". Siamo stati grati al governatore della Toscana e saremo grati al governatore dell'Emilia se vorra' supportare la Regione Lazio. Io credo che questo sia fondamentale: "un richiamo ad abbassare i toni su un tema cosi' delicato". Va però detto che proprio "capitan Pizza" si è poi preso una eclatante rivincita riuscendo a riconfermarsi quest'anno, dimostrando così che si vince anche senza Grillo, e spingendo tra polemiche la differenziata al traguardo record dell'80%, il doppio di Roma e prima città in Italia nel settore.

Altre Notizie