Giovedi, 20 Giugno, 2019

Roma, Di Francesco: "Schick titolare. Sassuolo sarà sempre un grande amore"

Il Benevento festeggia la prima vittoria Getty Images
Cacciopini Corbiniano | 29 Dicembre, 2017, 16:40

"Deve essere un modo per spronare la squadra, mentalizzare alcuni concetti ed esprimersi al meglio in gara".

Le sue emozioni da ex del Sassuolo?

Il Sassuolo. "Non ho mai fatto lettere per ringraziare, ma ho ancora l'emozione per quello che ho fatto al Sassuolo". Vincere la Serie B è stato un bellissimo percorso, ringrazio le persone più piccole e quelle più in evidenza, lì mi sono formato. "Iachini ha dato solidità a una squadra che prima prendeva gol con maggior facilità".

Gli ex. "Pallegrini è un '96, sta giocando tanto". Defrel è stato sfortunato, non è riuscito ancora a fare gol ed è un peccato. Ha ripreso la scorsa settimana una botta nello stesso punto e sta cercando di smaltire questo piccolo problema. Mi auguro di creare le stesse occasioni contro il Sassuolo o di crearne meno e fare gol. Creiamo tanto, abbiamo messo in difficoltà la Juventus, ma anche col Torino è stata emblematica. Ci auguravamo di poterlo reucperare ma non sarà neanche convocato. "Manca anche la partita con la Sampdoria che influisce molto quando si va vedere la classifica". Per me la partita di domani è molto importante.

"Entrambe le cose, posso modificare qualcosa per migliorare".

"Potrei ribaltare le cose, è tutto e il contrario di tutto". Sul modulo "non vi dirò domani come giocherò, sicuramente Schick partirà dall'inizio". All'Olimpico, per l'ultima gara del 2017, sarà infatti ospite il Sassuolo, guidato per 5 anni, salvo una parentesi tra esonero e nuovo incarico, dall'attuale tecnico della Roma.

Capitolo formazione e futuro, Di Francesco schietto: "Non mi interessa parlare di calciomercato, voglio solo pensare al Sassuolo e portare a casa sei punti nelle ultime gare del ritorno".

Sono in sintonia con Monchi ma non mi interessa parlare di nomi. Magari ne parleremo, si possono modificare le idee, me lo avete insegnato voi. "Ora è l'ultimo dei miei pensieri il mercato".

Carnevali ha detto che lei ha superato le avversità.

"Periodo difficile non ne vedo, abbiamo fatto cose straordinarie per la qualificazione Champions ma siamo leggermente dietro in campionato". Anche dalle vittorie, ben vengano quelle sporche che danno fiducia.

L'Inter ha fatto 40 punti con i gol di Icardi no? Per ripartire bisogna vincere.

Abusare della parola vincere. Il concetto di 'vincere' piace a tutti, ma è un concetto su cui bisogna lavorare.

Non crdo, a livello motivazionale è una parole che mi piace tantissimo.

QUI SASSUOLO - Iachini dovrebbe confermare il 4-3-3 con Consigli in porta, reparto difensivo composto da Lirola e Peluso sulle fasce mentre nel mezzo Acerbi e Goldaniga. Si da un voto? "Voti non me ne do". Sono contento di quello che è cambiato, però è troppo sottile la linea tra il bene e il male. Un'esperienza totalmente diversa da quando era alla Roma da calciatore, mi sento integrato, mi piace, sono motivatissimo. Patrik non è ancora un campione, ma può diventarlo.

Come ha reagito Schick alla fine di Juventus-Roma? Lui ancora non è un grande campione, ha qualità ma deve fare ancora tanta strada. È normale chiederlo visto che segniamo poco. I giallorossi hanno segnato almeno due gol in 7 di questi 8 incroci, per un totale di 18 reti, 2.3 di media a partita.

"Nainggolan ha preso tanti pali, l'anno scorso tirava da qualsiasi posizione e faceva gol". Anche con il Torino abbiamo fatto tanta mole di gioco, ma senza concretizzare. Radja ha qualità importanti, da mezzala può migliorare l'attacco alla porta, deve stare più dentro l'area. Mi auguro faccia molti gol, mi auguro che i centrocampisti e in generale la squadra torni a segnare con regolarità. Ci sono annate in cui ti riesce tutto. Dipende dalla flessione di Dzeko?

Su Pellegrini: "Credo che diventerà uno dei punti di forza della nostra Nazionale". L'attaccante deve far gol, Dzeko dimostra di averlo nel sangue. "Per vincere bisogna imparare anche dagli altri, avere la cattiveria agonistica che non sempre abbiamo avuto che invece ha espresso la Juventus nei primi 60' della partita passata".

Juventus ancora superiore: bisognerebbe impegnarsi a non cedere i gioielli a una rivale?

Altre Notizie