Mercoledì, 08 Luglio, 2020

Premier Gentiloni dipinge una realtà che vede solo lui

La fine del governo Gentiloni'Ora non tireremo i remi in barca Premier Gentiloni dipinge una realtà che vede solo lui
Evangelisti Maggiorino | 29 Dicembre, 2017, 00:04

L'Italia è il Paese che ha la crescita economica più bassa d'Europa, l'Italia ha uno dei tassi di disoccupazione più alta in Europa ovvero l'11% complessivo e quasi il 40 a livello giovanile.

"Per Paolo Gentiloni, l'Italia si è rimessa in moto" uscendo "dalla più grave crisi dal dopoguerra ad oggi". "Pensate quanto sarebbe stato grave e devastante arrivare a interruzione brusche", ha detto Gentiloni riassumendo l'anno trascorso a Palazzo Chigi. Sebbene sia stata una legislatura strana, è stata fruttuosa. E ammonisce: "Non dilapidare gli sforzi fatti fino ad ora deve essere il primo impegno della prossima legislatura, sarebbe da irresponsabili non impegnarsi". E non solo perché siamo a fine legislatura, ma perché questo è lo schema utilizzato anche nelle diverse leggi di bilancio del governo Renzi: bonus, mance, mancette e piccoli fondi spot per accontentare qualcuno. Guai a immaginare un futuro di piccolo cabotaggio. Non è un caso che Gentiloni sia il solo nome che il centrosinistra possa mettere sul tavolo nel caso di un eventuale governo delle larghe intese. E "il famoso fanalino di coda dell'Europa non siamo più noi". "E' stato il 2017 - ha detto - anche un anno di svolta sull'azione nei temi migratori e di contrasto al traffico degli esseri umani".

"L'ipotesi di un governo Gentiloni bis?" Siamo fra i quattro o cinque giganti mondiali dell'export. Le banche italiane un problema? Nelle prossime ore il premier salirà al Colle e con ogni probabilità nel pomeriggio il Presidente della repubblica, Sergio Mattarella, scioglierà le Camere e darà il via al processo che porterà alle elezioni politiche del 2018, elezioni che probabilmente saranno fissate per il 4 marzo. "Si tratta di una misura universale e concreta che si rivolge ad una parte consistente anche se non sufficiente delle famiglie in condizioni di povertà". "C'e' stato poi un recupero dei posti di lavoro, la maggior parte a tempo indeterminato".

Per quanto riguarda le riforme, il premier ha citato "l'anno scorso le unioni civili, quest'anno il reato di tortura, la legge sui minori non accompagnati, la legge sulla violenza nelle donne, il biotestamento". E sulla questione migranti afferma: "La gestione di questo fenomeno è possibile e l'Italia lo dimostra, con una diminuzione drastica dei morti in mare, perché alla diminuzione di arrivi corrisponde una diminuzione di vittime in mare". "Il 2017 "è stato anche l'anno della sconfitta militare di Daesh" o comunque della capacità di un'organizzazione terroristica di controllare una porzione così vasta di territorio tra Siria e Iraq", dice il premier. Siamo indietro rispetto alla media dell'Eurozona, non c'e' dubbio, ma dobbiamo constatare che la distanza tra la media europea e il tasso di crescita italiano si e' piu' che dimezzata negli ultimi 4-5 anni: da 1,2 punti in meno ora siamo a 0,6 punti in meno. Penso che in questo contesto abbia tutto l'interesse ad apparire quello che è: "una forza tranquilla di governo". Oltre a svolgere il mio ruolo fondamentale di presidente del Consiglio, seppure con le Camere sciolte, darò il mio contributo alla campagna elettorale del Pd.

"Le forme e il modo - ha spiegato - le discuteremo insieme".

Altre Notizie