Martedì, 25 Giugno, 2019

Lazio, il sesto uomo di Inzaghi: la nuova vita di Felipe Anderson

Cacciopini Corbiniano | 27 Dicembre, 2017, 16:58

Solo così potremo prenderci la semifinale. Tuttavia Simone Inzaghi, oltre al risultato, dovrà tenere conto di come i suoi uomini non riescano a concretizzare tutte le palle gol create nell'arco dei novanta minuti: le partenze a razzo funzionano se la squadra segna a raffica e mette la partita in ghiaccio ancora prima dell'intervallo, invece con un solo gol di vantaggio la Lazio ha rischiato di farsi raggiungere dagli avversari, se solo al 65' Chiesa avesse dato più forza al pallone impedendo a Strakosha di arrivarci ora staremmo raccontando una partita completamente diversa. Nella seconda parte della partita, la Fiorentina, anche grazie ai cambi ha provato a ribaltare le sorti dell'incontro. La vittoria è meritata, arrivare in semifinale è un traguardo importante. Ma stamani dopo l'allenamento si è presentato.

A fine partita anche le parole di Marco Parolo, felice del passaggio del turno: "Teniamo alla competizione e la semifinale è importante per il gruppo e per voler vincere e crescere - ha ammesso - Abbiamo fatto un grande primo tempo, mentre nella ripresa ci siamo difesi bassi ma loro non hanno creato tante occasioni tranne che per il tiro di Chiesa". Inter? Seguiremo il derby e poi prepareremo al meglio la sfida con i nerazzurri di campionato. La Fiorentina è un'ottima squadra, guidata da un ottimo tecnico come Pioli. "Nel finale me la sono presa con il quarto uomo, secondo me tre minuti di recupero erano troppo pochi e inoltre nell'extra-time si è giocato poco, ma ormai conta poco".

Altre Notizie