Martedì, 13 Novembre, 2018

Approvato dal Senato il Ddl Lorenzin, è legge

Ddl Lorenzin al traguardo in zona Cesarini, oggi il voto finale a Palazzo Madama Sanità. Approvato il Ddl Lorenzin. Ecco le novità e che cosa cambia
Machelli Zaccheo | 24 Dicembre, 2017, 05:27

"Questo Ddl, che presentai quasi 5 anni fa, ha avuto una gestazione lunghissima in Parlamento e introduce misure importantissime per la sanità e per 1 milione di persone che vi lavorano". Norme precise anche per sperimentazioni cliniche, medicina di genere, abusivismo professionale e dirigenza del ministero della Salute."Questa norma riallinea il nostro Paese al resto d'Europa. Una legge sulla Salute che tocca tutti i cittadini italiani" questo il commento al varo definitivo al Senato del DDl Lorenzin di Mario Marazziti, Relatore del provvedimento alla Camera dei Deputati e Presidente della Commissione Affari Sociali di Montecitorio". Viene prevista l'istituzione di un Centro di coordinamento nazionale dei Comitati etici territoriali per le sperimentazioni cliniche sui medicinali per uso umano e sui dispositivi medici, con funzioni di coordinamento, indirizzo e monitoraggio delle attività di valutazione degli aspetti etici relativi alle sperimentazioni. Si prevede, inoltre, l'individuazione, attraverso successivo decreto ministeriale, di un numero massimo di quaranta comitati etici territoriali (rispetto agli oltre 100 attualmente esistenti) di cui almeno uno per ogni regione, e il riconoscimento di tre comitati etici a valenza nazionale, di cui uno riservato alla sperimentazione in ambito pediatrico.

Proprio quando tutto sembrava ormai perduto e l'annosa questione della riforma degli ordinamenti delle professioni sanitarie fosse condannata a rimanere chissà ancora per quanto nel limbo delle "cose urgenti da fare", il ddl Lorenzin potrebbe finalmente diventare legge dello stato.

NUOVE PROFESSIONI SANITARIE - Il ddl riscrive la procedura per il riconoscimento di nuove professioni sanitarie, stabilendo dunque un sistema potenzialmente aperto. E poi affrontiamo dopo 70 anni la riforma degli Ordini professionali sanitari riconoscendo anche nuove professioni come quelle dell'osteopata e del chiropratico.

Introdotta l'aggravante sanitaria per il reato di esercizio abusivo della professione: confisca obbligatoria dei beni utilizzati per il reato, trasferimento di beni immobili al patrimonio del Comune nel quale sono ubicati.

AGGRAVANTE PER REATI COMMESSI CONTRO PERSONE RICOVERATE - Viene aggiunta nel codice penale (art. 61) una circostanza aggravante per i reati contro la persona commessi in danno di persone ricoverate presso strutture sanitarie o presso strutture sociosanitarie residenziali o semiresidenziali, pubbliche o private, ovvero presso strutture socioeducative. In particolare, la nuova disciplina prevede l'adeguando della normativa di riferimento agli ordini vigilati dal ministero della Salute con riferimento al loro funzionamento interno e mutando la denominazione di collegio in ordine.

DIRIGENTI SANITARI DEL MINISTERO DELLA SALUTE - Si modifica la disciplina vigente relativa al ruolo della dirigenza sanitaria del Ministero della salute: da un lato, si istituisce un unico livello del ruolo succitato, e dall'altro, ai dirigenti sanitari del Ministero si estendono gli istituti giuridici ed economici previsti per la dirigenza sanitaria del Servizio sanitario nazionale.

Altre Notizie