Domenica, 18 Agosto, 2019

Roma: Di Francesco da record, ora la sfida con la Juve

Roma: Di Francesco da record, ora la sfida con la Juve Roma: Di Francesco da record, ora la sfida con la Juve
Deangelis Cassiopea | 19 Dicembre, 2017, 21:49

Intervistato sulle pagine de La Stampa, il tecnico dei giallorossi Eusebio Di Francesco, è tornato nuovamente a parlare di Inter. Ne parleremo più avanti, dopo esami come quello di Torino.

Infine, l'ex Sassuolo si proietta alla supersfida con la Juve, avversaria che è tornata a far paura come nei tempi migliori: "La Juventus è in crescita, è tornata cattiva e cinica, dà la sensazione di non subire mai l'avversario come nei tempi migliori: avete visto lo 0-0 l'Inter?". Il Napoli può vincere lo Scudetto perché ha messo al centro di tutto il lavoro di squadra. L'Inter invece può essere la sorpresa, con l'assenza delle coppe che è un vantaggio non da poco. E poi Spalletti ha una buona rosa ed idee chiare: "non si rimane imbattuti per 16 gare per caso..."

Il discorso si è poi spostato su due importanti riferimenti come Ancelotti e Conte, un esempio per ogni tecnico: "Di Ancelotti mi piace la pacatezza e il rapporto che sa instaurare con i suoi ragazzi". Riuscire ad avere continuità di lavoro nello stesso club come capitò all'ex rossonero al Milan quanto pesa? E, per questo, mi piacerebbe rimanere a Roma a lungo: questa società ha creato i presupposti per centrare traguardi prestigiosi. Mertens: "il belga ha cambiato il modo di fare il centravanti e sa spostare gli equilibri di una squadra".

"Lo definirei il regista dietro alla scrivania". Ultime parole su Schick, ancora in attesa di esplodere in giallorosso: "Ci vuole tempo e pazienza per diventare un campione. Se Allegri dice che Dybala deve crescere, pensate a quanto deve aspettare Schick".

Lei ha candidato Montella per il ruolo da prossimo ct. Perché? "E anche lo stile".

La Juventus sabato sera è il grande scoglio da superare, prima, però, c'è il Torino da battere per qualificarsi ai quarti di finale di Coppa Italia.

La Roma entra in gioco anche in Coppa Italia: domani pomeriggio alle 17:30 è la volta di Roma-Torino per gli ottavi della Coppa, in una gara ad eliminazione diretta. "E c'è sempre un certo Belotti là davanti".

Altre Notizie