Domenica, 22 Settembre, 2019

Napoli in vetta, De Laurentiis: "Felice per Hamsik e la squadra"

Hamsik: Hamsik: “La mia missione sarà compiuta solo con la vittoria dello scudetto”
Cacciopini Corbiniano | 16 Dicembre, 2017, 21:20

25' ZIELINSKI 0-2 - Verticalizzazione improvvisa di Jorginho che pesca Zielinski tutto solo in posizione regolare, il polacco si invola verso Sirigu e lo fulmina con un diagonale basso sul secondo palo.

Il Napoli è tornato, a vincere e a guidare la classifica. Il 3-1 mette di fatto fine a una partita mai davvero iniziata, con il Torino incapace di correggere gli errori che avevano condizionato il match dell'anno scorso contro la squadra di Sarri.

Marek Hamsik iscrive il suo nome nella storia del Napoli raggiungendo Diego armando Maradona a quota 115 gol con la maglia azzurra.

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mário Rui; Allan, Jorginho (dal 76' Diawara), Hamsik (dal'83' Rog); Callejón, Mertens, Zielinski (dal 70' Insigne). Il Toro si risveglia e approfitta dal calo azzurro.

Al 30′ il Napoli cala il tris, Hamsik raccoglie un assist di Mertens e all'altezza del dischetto fa partire un preciso piattone che si insacca nel sette. Mario Rui vince il ballottaggio con Maggio.

Come contro la Lazio, in non possesso il Toro tende a coprire meglio il centro delle fasce, ma la confusione aumenta, gli azzurri veleggiano sulla corsia sinistra, individuano quel corridoio e martellano. Il Torino ci prova con maggiore convinzione e si rende protagonista di diverse azioni pericolose che mettono in difficoltà il Napoli. Sarri corre ai ripari e inserisce in campo Insigne. Soprattutto nel primo tempo dirige con maestria il gioco e, in occasione del gol del 2-0, è bravo a mettere Zielinski davanti a Sirigu con un perfetto passaggio in verticale. Tornano a giocare "da Napoli", e quando Hamsik la mette sotto l'incrocio, quando riscrive la storia, Sarri si concede anche un gesto di più rilassata esultanza.

64' BELOTTI 1-3 - Il bomber granata si sblocca con un tiro potente e angolato che piega la mano di Reina. Il Magnifico, apparso da subito in splendida forma, serve un cross a Callejon, che in fuori gioco sfiora la palla. Hamsik ha il piede caldo e al 15′ cerca la doppietta personale ma la sua parabola è fuori di poco. Nel finale di primo tempo Baselli ha la grande occasione per riaprire la partita ma fallisce da pochi passi. E chissà se sarebbe entrata comunque o sarebbe finita appena fuori.

Altre Notizie