Venerdì, 17 Gennaio, 2020

Gentiloni difende Boschi: "Ha chiarito, sarà la candidata del Pd"

La sentenza di Gentiloni sulla Boschi Gentiloni difende Boschi: "Ha chiarito, sarà la candidata del Pd"
Evangelisti Maggiorino | 15 Dicembre, 2017, 19:55

Continuando a rispondere alle domande dei commissari Vegas ha precisato di avere incontrato Boschi ancora una o due volte, tra cui una cena a casa sua in cui erano presenti anche altre persone. Non mi permetto di dare giudizi sulla commissione ma mi auguro che le prossime settimane non siano dominate da bisticci sulle banche.

Le dichiarazioni del presidente di Consob, Giuseppe Vegas seguite dal dibattito televisivo di ieri sera con Marco Travaglio nello studio di Otto e mezzo, anziché placare i malumori, che iniziano a serpeggiare anche all'interno dello stesso partito del sottosegretario Maria Elena Boschi, ha riacceso i riflettori su un caso che probabilmente condizionerà la prossima campagna elettorale. D'altro canto, ha aggiunto, "Boschi ha esposto una preoccupazione ma non ha fatto alcun tipo di richiesta di intervento". In merito al contenuto delle conversazioni il sottosegretario spiega che "abbiamo parlato del sistema bancario, tutto, non di Banca Etruria nello specifico. Mi sembra una cosa normalissima che un parlamentare si interessi della sua costitutency".

Maria Elena Boschi partecipò a un incontrò con i vertici di Banca Etruria e di Veneto Banca nella casa di famiglia ad Arezzo nella pasqua del 2014, "per un quarto d'ora, nel quale non proferì parola, dopo di che si alzò e andò via". A me no". E sulle ipotizzate pressioni della Ministra: "Sono curioso di capire chi vince la causa civile fra Boschi e De Bortoli. "Parlare del sistema bancario, compresa Banca Etruria, come successo con Vegas, Ghizzoni o altri esponenti delle istituzioni o del settore bancario non vuole dire certo fare pressioni. Si usano il mio nome e la vicenda di Banca Etruria per non parlare dei veri scandali del sistema bancario italiano, delle lacune della vigilanza, delle responsabilità dei manager". Da registrare anche la posizione del parlamentare del M5S Carlo Sibilia, membro della Commissione, che affida ad un tweet la sua posizione: "Ufficiale: @meb si è occupata di banca Etruria. Non basta uscire dal Consiglio dei ministri quando si parla della vicenda banche, un gesto che peraltro conferma la consapevolezza del problema, ma sarebbero serviti atti concreti e conseguenti, altrimenti con questa commistione tra pubblico e privato si ricalcano le pagine peggiori della stagione berlusconiana". Una linea difensiva che Boschi mantiene anche oggi, davanti alle accuse delle opposizioni che le attribuiscono "scarsa trasparenza" e le chiedono di dimettersi. "E i giornalisti hanno il dovere di indicare il passaggio in cui avrei mentito al Parlamento". Più di una volta.

Al fianco della Boschi, il tesoriere del Pd e deputato, Francesco Bonifazi: "Sarei grato a Sibilia e Speranza se dicessero pubblicamente in quale punto dello stenografico del discorso la Boschi ha mentito al Parlamento". Mai e poi mai ho fatto pressioni. E aggiunto: "Confermo quanto detto in Parlamento, non ho mentito".

Altre Notizie