Domenica, 17 Novembre, 2019

Mafia, blitz a Castelvetrano sulle tracce dei fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro

San Raffaele si è suicidato Mario Cal Perquisizioni e controlli a Castelvetrano, la Polizia a caccia di Matteo Messina Denaro
Evangelisti Maggiorino | 15 Dicembre, 2017, 12:57

Blitz e perquisizioni. Centotrenta poliziotti a Castelvetrano (Trapani) hanno dato una spallata ai fiancheggiatori di Matteo Messina Denaro, il superlatitante della mafia ricercato dal 1993 dopo gli attentati di Roma, Firenze e Milano e condannato a vari ergastoli per stragi e omicidi. Ora la Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, su segnalazione della Polizia di Stato, li ha sottoposti a una nuova indagine perché sospettati di agevolare la latitanza del capomafia della provincia di Trapani. Uomini del servizio centrale operativo, delle squadre mobili di Palermo e di Trapani e del reparto prevenzione crimine hanno perquisito edifici, masserie, abitazioni, attività commerciali e masserie nella disponibilità degli indagati.

Negli ultimi anni gli inquirenti gli hanno fatto terra bruciata attorno a lui arrestando familiari, anche la sorella Patrizia e il cognato Vincenzo Panicola, e decine di fiancheggiatori. L'operazione è coordinata dal procuratore capo di Palermo Francesco Lo Voi con l'aggiunto Paolo Guido e condotta dalla Dda di Palermo.

Reato contestato quello della "procurata inosservanza di pena" aggravata dall'art.7 ossia il favoreggiamento all'organizzazione criminale Cosa nostra.

Intanto il cerchio intorno a Matteo Messina Denaro si stringe. "Moduliamo la nostra attività investigativa adattandola ad un contesto che continua a proteggere il latitante, ben oltre la cerchia dei parenti stretti e controllando i conti e le attività di chi, presumibilmente, garantisce ancora flussi di denaro necessari alla latitanza".

Matteo è il figlio del boss di Castelvetrano, Francesco Messina Denaro. Un "bottino" da sette milioni di euro in cui rientrano quattro imprese edili e vitivinicole, 67 immobili tra ville e terreni, e quattro auto.

Altre Notizie