Martedì, 16 Luglio, 2019

Due anziane uccise accoltellate a Ramacca

Sorelle massacrate in casa fermato 30enne Tlc, Catania sempre più vicina a modello Smart City
Evangelisti Maggiorino | 13 Dicembre, 2017, 21:53

Presto per dirlo. Le due donne, nubili e casalinghe, vivevano con una terza sorella che al momento del delitto era fuori casa. Le donne, due sorelle, vivevano da sole in una casa nel paese che dista circa 50 chilometri dalla città etnea. Secondo una prima ricostruzione le vittime, 70 e 79 anni, sarebbero state picchiate e accoltellate durante un tentativo di rapina, ritenuta la pista più probabile anche per il disordine provocato dall'omicida che ha messo a soqquadro l'appartamento. E' stata lei, tornando a casa, a scoprire la strage.

Immediato il commento del procuratore di Caltagirone "E' l'ennesimo massacro che si registra nel Calatino, sono già sette gli omicidi registrati". Alcuni dei quali molto efferati. "La scena del delitto - ha proseguito il magistrato - è raccapricciante". Donne picchiate e colpite con arma da taglio. "Noi e le forze dell'ordine siamo impegnati al massimo con i problemi di organico e anche legati al territorio e alla criminalità presente". Bisogna fermare questo massacro. Lo dice Giovanni Mogavero, fratello delle due vittime massacrate a coltellate a Ramacca. Sono dei mostri? "Certo chi fa una cosa del genere non e' una persona sensibile". Così Giuseppe Limoni, sindaco di Ramacca commenta il duplice omicidio delle sorelle Lucia e Filippa Mogavero assassinate a coltellate nella loro casa nel paese della Piana di Catania. Un massacro compiuto, forse a scopo di rapina, nell'appartamento delle vittime.

I militari dell'Arma sul posto hanno provveduto a chiudere la strada in attesa dell'arrivo della Scientifica.Di armi da taglio parla il procuratore di Caltagirone Giuseppe Verzera.

Altre Notizie