Giovedi, 20 Giugno, 2019

Pioli: non credo ad un Napoli in fuga

Poche storie Pioli a Napoli ha dato lezioni di tattica a Sarri. L’analisi Fiorentina - La soddisfazione di Pioli: "Oggi grande gara, tireremo le somme a fine stagione"
Cacciopini Corbiniano | 11 Dicembre, 2017, 21:16

Provare a costruire da dietro non è facile contro il Napoli, abbiamo fatto la partita che avevamo preparato limitando gli avversari.

Stefano Pioli voleva la partita perfetta. Nella Fiorentina, Pioli imposta un 4-3-3 che vede Astori e Pezzella centrali difensivi, con Laurini e Biraghi terzini e Badelj, Veretout e Benassi a centrocampo; infine, Thereau e Chiesa vanno a supportare nel tridente offensivo l'unica punta Simeone. Nel primo tempo ci siamo riusciti di più, saremmo potuti passare in vantaggio.

"Il mio lavoro è andare oltre al risultato e valutare la prestazione".

La squadra produce e vuole giocare un calcio offensivo. Quando ti trovi davanti una squadra compatta è difficile sorprenderla, l'assenza di Insigne è stata importante per il Napoli perché risolve tanti uno contro uno.

Un mese fa avrebbe pensato a una Fiorentina così aggressiva? Al termine del match, Maurizio Sarri ha analizzato il match ai microfoni di Premium: "Abbiamo fatto un primo tempo un po' nervosi e contratti, ma nella ripresa abbiamo creato tanto". L'allenatore del Napoli deve avere più coraggio: inutile insistere su Hamsik spento e senza idee, inutile spremere Callejon e Jorginho quando in panchina ci sono giovani rampanti vogliosi di dimostrare e nel pieno delle loro energie. L'assenza di Insigne è davvero importante per il Napoli, per le tante soluzioni che può creare.

Altre Notizie