Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Roma, Totti: "E' andata bene, ma non sottovalutiamo lo Shakhtar"

Roma-Shakhtar, pregi e difetti degli ucraini Champions League, la Roma pesca lo Shakhtar: le reazioni dei giallorossi
Cacciopini Corbiniano | 11 Dicembre, 2017, 15:20

"Il Tottenham è una squadra molto solida - aggiunge -, con un grandissimo allenatore che sfrutta al meglio il potenziale offensivo". Il dirigente giallorosso però che contro gli ucraini venne eliminato, sempre agli ottavi nella stagione 2010/2011 (2-3 all'Olimpico e 3-0 in Ucraina con annessa prima volta storica ai quarti per l'allora squadra di Lucescu), avverte: "Non bisogna sottovalutare lo Shakhtar, è una squadra molto forte, fisicamente e tecnicamente". Sarà una partita apertissima. Può essere un vantaggio, ma abbiamo tantissimo tempo per preparare questa gara. Il campionato per noi è più importante, è l'obiettivo principale.

Ha altresì dichiarato: "Soprattutto in questo momento c'è tanta armonia, quella che si trova con i risultati e la voglia di fare bene". Non dobbiamo nasconderci: in Champions affronteremo squadre più competitive della Roma, ma questo non significa che non daremo tutto per andare avanti il più possibile. Il mister ha messo tutto se stesso per far sì che la Roma stia ai vertici in classifica. "Il calcio è bello perché ci sono le sorprese, metteremo in difficoltà chiunque". "Ora si giocherà tra due mesi, e vedremo come andrà". Margini di miglioramento? In un gruppo c'è sempre da migliorare, anche quando le cose vanno bene. Ecco come ha commentato il sorteggio Eusebio di Francesco sul sito della società. Un piccolo passo indietro sul sorteggio della fase a gironi che lo vide protagonista: "Non mi sembra di aver portato male alla Roma: avevo detto che il problema non era nostro, ma per chi ci affrontava".

Altre Notizie