Mercoledì, 17 Ottobre, 2018

PREMIER LEAGUE - Guardiola inarrestabile, battuto Mourinho nel derby. Titolo ipotecato

Pep Guardiola e Josè Mourinho uno contro l'altro nel derby di Manchester Pep Guardiola e Josè Mourinho uno contro l'altro nel derby di Manchester
Cacciopini Corbiniano | 11 Dicembre, 2017, 03:02

La Premier League ha il suo killer: è il City.

Vittoria corsara di importanza incalcolabile a Old Trafford, contro il Manchester United, per il Manchester City di Pep Guardiola, che in conferenza stampa non nasconde l'orgoglio per aver espresso la sua filosofia sul campo del rivale di sempre: "Venire qua a Old Trafford e giocare nel modo in cui abbiamo giocato, cercando di essere pazienti e intelligenti, mi rende felice". Al portoghese non va giù in particolare la direzione dell'arbitro Michael Oliver: "Ci manca un rigore enorme su Ander Herrera", ha dichiarato lo Special One. Intorno al quarto d'ora due occasioni identiche per i citizens, prima con Sterling, poi con Jesus: due serpentine pericolose che si concludono in due tiri fiacchi ben parati da De Gea. Passano soltanto pochi minuti e prima della fine del primo tempo, Rashford trova il gol del pareggio. Al 45' a Old Trafford è 1-1. A firmarlo, praticamente, è di nuovo Lukaku: l'attaccante belga in versione difensore improvvisato ne combina un'altra bella grossa, rinviando il pallone sulla schiena di Smalling, Otamendi è il più lesto di tutti e trafigge ancora De Gea. Da applausi il doppio miracolo del portiere Ederson al minuto 84, salvando il risultato finale: il Manchester City si porta a 46 punti in 16 giornate, +11 di vantaggio sullo United, fermo a quota 35, con il Chelsea terzo a 32.

Altre Notizie