Lunedi, 17 Giugno, 2019

La carica di De Zerbi: "Benevento, ora punti in trasferta"

Cacciopini Corbiniano | 09 Dicembre, 2017, 00:44

Roberto De Zerbi, allenatore del Benevento, ha parlato alla vigilia della sfida con l'Udinese.

L'UDINESE - Sono una compagine di metà classifica che non sta ottenendo risultati proporzionali alla qualità della rosa. Antei ha una infiammazione dei tendini e, lo dico pubblicamente, lo ringrazio perché sta stringendo i denti e sta dando comunque sempre il massimo nonostante le non perfette condizioni. Sbagliare contro i friulani vorrebbe dire vanificare l'ondata da entusiasmo che si è abbattuta sulla squadra giallorossa all'indomani del clamoroso gol di Brignoli che ha regalato il primo storico punto alla squadra di De Zerbi. Di certo non giocheremo con otto attaccanti.

ARMENTEROS - Armenteros si è allenato anche martedì, sta bene, oggi l'ho visto particolarmente in forma, ma bisogna considerare che contro il Milan anche Puscas ha fatto un'ottima partita. Io non parto mai con giudizi favorevoli o contrari a qualche giocatore. Non abbiamo fatto nulla con un punto, ma bisogna esser soddisfatti di come abbiamo cercato e preso questo punto. Quando gli altri incontrano il Benevento vorrei che pensassero "ma questi non muoiono mai? Stanno sempre a mordere?"

"Iemmello - continua il mister - non lo avremo prima di 15 giorni". Non è che a Puscas non gli ho dato fiducia all'inizio, poi l'ho messo a Bergamo e si è comportato bene, idem col Milan.

"Cercheremo di fare le cose che servono sul mercato". Ha tutte le qualità per fare molto bene ma deve migliorare nella scelta finale.

D'ALESSANDRO - D'Alessandro non sta ancora al 100% della condizione ed è chiaro che questo lo penalizza, può giocare su entrambe le fasce, ma personalmente preferisco gli attaccanti sulle fasce a piede invertito, quindi può andare anche al tiro, rientrare per crossare. Abbiamo raggiunto il pareggio su un colpo di testa del portiere, ma la partita l'abbiamo fatta noi.

Altre Notizie