Lunedi, 11 Dicembre, 2017

Prima Scala, Lavinia Biagiotti: assenza istituzioni? La moda c'è

La Prima della Scala in Tv: Andrea Chénier di Umberto Giordano, oggi 7 dicembre 2017 in diretta Rai e streaming Milano, Teatro alla Scala: l'Andrea Chénier inaugura la stagione 2017/2018
Deangelis Cassiopea | 07 Dicembre, 2017, 22:42

"E' la mia prima volta alla Scala - ha spiegato - e sono particolarmente contenta anche per questo, mi mancava". Tra i volti noti della finanza il presidente di Vivendi Arnaud De Puyfontaine e la presidente dell'Eni Emma Marcegaglia.

Andrea Chénier si darà con un solo intervallo e cambi scena a vista che permetteranno di passare dal primo al secondo e dal terzo al quarto quadro senza interruzione.

Gli ingressi della Galleria Vittorio Emanuele, dove è possibile seguire l'opera da un maxi schermo, sono sorvegliati da agenti e da metal detector. Anche Pietro Grasso, presidente del Senato manca. In tutto sono 900 i poliziotti, carabinieri, finanzieri che residiano il centro di Milano.

La Prima della Scala in Tv: Andrea Chénier di Umberto Giordano, oggi 7 dicembre 2017 in diretta Rai e streaming

E' piaciuto l'Andrea Chenier messo in scena da Mario Martone e andato in scena oggi, alla Prima della Scala. Entusiasta il governatore della Regione Lombardia, Roberto Maroni: "Un'opera stupenda, eccezionali gli interpreti e insuperabile il maestro Riccardo Chailly, che aveva gia' diretto l " Andrea Chenier' nel 1985 sempre qui alla Scala: non c'e' al mondo un evento culturale che possa essere paragonato alla Prima della Scala".

Sul palco scaligero un cast di fama internazionale: Yusif Eyvazov veste i panni del protagonista, Anna Netrebko quelli di Maddalena di Coigny, Luca Salsi è Carlo Gérard, Annalisa Stroppa la mulatta Bersi e Mariana Pentcheva la Contessa di Coigny. La serata inaugurale, dedicata alla memoria di Victor de Sabata nel cinquantesimo anniversario della scomparsa, sarà trasmessa in diretta su Rai Uno e su Rai radio3.

Ambientata a Parigi nel corso della Rivoluzione francese, l'opera 'Andrea Chénier' risentiva del clima politico di quegli anni, dove emergeva da parte di certi ambienti intellettuali un afflato di libertà. Tra vicende passionali e il 'terrore politico' inflitto da Robespierre, la giovane Maddalena perde tutto: la casa data alle fiamme, la madre assassinata brutalmente, fino all'epilogo tragico in cui trova la morte per decapitazione con lo stesso Chénier.

Altre Notizie