Вторник, 12 Декабря, 2017

Gagliardini: "Facile giocare con Vecino. Non pensavo che Skriniar fosse così forte"

Inter la voce di Vecino Verso Juve-Inter, Spalletti punta su Vecino e Gagliardini
Cacciopini Corbiniano | 07 Декабря, 2017, 12:56

Intervistato ai microfoni di Inter Tv all'interno del programma "Drive Inter", Roberto Gagliardini parla dei trascorsi all'Inter e della sua vita fuori dal campo. Sono sempre stato un bambino vivace, non mi fermavo mai.

Quanto usa i social? "Una via di mezzo". Secondo me è giusto comunicare con i tifosi visti i tempi che corrono. Nasce dalla Playstation, ho acquistato il gioco dell'NBA e quindi mi sono appassionato.

Ha preso fiducia col passare del tempo.

Come ti trovi con Vecino? Mi trovobene a giocare al fianco di Vecino, è forte, vuole sempre lapalla e aiuta quando gli avversari pressano. E' facile giocare con lui così come con Borja e Joao Mario. "A Bergamo avevo la maglia numero 4, arrivato all'Inter non potevo prendere la stessa per ovvi motivi allora ho scelto il 5 perché mi piacciono i numeri bassi".

Hai sempre giocato a centrocampo? Continuiamo con le nostre caratteristiche, a prescindere dall'impronta più difensiva o offensiva: "all'andata eravamo lievemente in difficoltà, ma noi in campionato abbiamo affrontato Roma, Napoli e Juve e siamo abituati a confronti di un certo livello". "Dopo qualche anno all'Atalanta ci hanno arretrati, lui ha fatto il difensore e io il centrocampista".

Altre Notizie