Вторник, 12 Декабря, 2017

Famiglia avvelenata dal Tallio, arrestato il nipote 27enne

Due sorelle in ospedale avvelenate dal tallio negli escrementi dei piccioni Nova, avvelenamento da tallio: sotto la lente una tisana
Evangelisti Maggiorino | 07 Декабря, 2017, 09:55

Il 27enne è ritenuto responsabile del triplice omicidio del nonno 94enne e di una zia 67enne (morti il 2 ottobre) e della nonna 83enne (morta il 13 ottobre).

Il mistero del tallio inizia a ottobre: muoiono avvelenati una 62enne, Patrizia Del Zotto, e i genitori. Si tratta di Mattia Del Zotto, 27 anni, accusato di aver ucciso un'intera famiglia di origine friulana nel Monzese. Poi nell'acqua del pozzo artesiano e nelle verdure del campo. Ulteriori dettagli saranno divulgati con una conferenza stampa dal Comando Provinciale Carabinieri di Milano alla presenza del Procuratore della Repubblica di Monza e Brianza. La "colpa" sta nel suo ione monovalente dalle dimensioni identiche a quelle del potassio. Da lì, il cerchio si è stretto, fino a portare all'arresto.

I malori che hanno portato alla morte dei tre sono stati avvertiti durante una vacanza nella casa di famiglia a Varmo.

Oltre alla morte di nonni e zia, a lui viene contestato il tentato omicidio di altre 5 persone. Le vittime sono Giovanni Battista Del Zotto, 94 anni, Patrizia Del Zotto 62 anni e Maria Gioia Pittana 88 anni. Tracce di tallio in quantità superiore alla soglia minima di sicurezza, sono infatti state trovate in una tisana analizzata trovata in casa di Alessio Palma e Maria Lina Pedon, i coniugi ultra ottantenni di Nova Milanese ricoverati per ultimi. Il giovane avrebbe deliberatamente avvelenato il resto della famiglia.

Altre Notizie