Вторник, 12 Декабря, 2017

La pizza napoletana è patrimonio dell'umanità: la decisione dell'Unesco

Agroalimentare, Panini: Pizza Unesco, si va ai “supplementari” ma con grande fiducia Grande attesa, la pizza può diventare patrimonio Unesco. Raggiunte due milioni di firme. Domani si decide
Deangelis Cassiopea | 07 Декабря, 2017, 09:53

Ad annunciarlo, si Twitter, il Ministro delle Politiche Agricole Maurizio Martina: "Vittoria!". È il segno della potenza di Napoli attraverso la sua arte, la sua cultura, le sue tradizioni, le sue radici, la sua creatività, la sua fantasia.

La pizza è la settima "meraviglia" italiana ad essere iscritta nella Lista del patrimonio immateriale dell'Unesco.

"L'arte dei pizzaiuoli napoletani è Patrimonio Immateriale dell'Umanità!"

Esulta anche il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris: "La pizza di Napoli, l'arte del pizzaiuolo napoletano finalmente bene immateriale del patrimonio dell'umanità Unesco. Un riconoscimento storico: grazie ai pizzaioli napoletani, che vivono ed operano a Napoli e in tutto il mondo, grazie a tutti quelli che hanno firmato per questa petizione". Così il ministero, riprendendo la sua idea, ha cominciato a lavorarci appena si è presentata l'occasione: nel 2009 è cominciato l'iter nazionale e nel 2016 il dossier è stato presentato alla Commissione ministeriale italiana per l'Unesco. Ottenere questo riconoscimento "significa anche restituire a Napoli, e all'Italia, il merito di aver inventato la pizza", ha affermato Franceschini.

Dopo è cominciato il negoziato internazionale, in tre passaggi. "Tutto si basa su un gioco di equilibri perché questa - spiega Petrillo - è una decisione politica, che richiede grandi doti di diplomazia". "Abbiamo voluto ricordare che dietro al piatto più famoso del mondo c'è un'arte".

Pecoraro Scanio ha inteso ringraziare tutti i supporters della petizione mondiale #pizzaUnesco: Associazione Pizzaiuoli Napoletani, il grandissimo impegno di Coldiretti da cui è giunto il principale contributo alla raccolta delle adesioni, Associazione Verace Pizza Napoletana, Rossopomodoro, Mulino Caputo, Napoli Pizza Village, Eccellenze Campane, CNA, UNAPROL, Fondazione Campagna Amica con la sua rete dei Mercati, Federazione Italiana Cuochi, l'associazione dei cuochi Euro-Toques, Confesercenti, La Fiammante, CIAO, Fratelli la Bufala, Latticini Orchidea, il celebrity chef Salvatore Cuomo, pioniere della pizza napoletana in Asia, Corporazione Pizzaioli di Tramonti e ancora le tantissime pizzerie ai quattro angoli del mondo.

Come scegliere la pizza migliore?

Altre Notizie