Вторник, 12 Декабря, 2017

Napoli, Sarri: "Domani capiremo se siamo grandi o meno"

Sarri Maurizio Sarri risponde a Luciano Spalletti: “Mi augura il 7°posto? Spero che arrivi 8°”
Cacciopini Corbiniano | 07 Декабря, 2017, 01:55

Se il movimento senza palla diventa minore la velocita' di circolazione perde qualcosa, questo e' inevitabile. Affidarsi al Manchester City senza stimoli e pieno di alternative in realtà era già in partenza un azzardo, ma il doppio colpo dello Shakhtar Donetsk nel giro di sei minuti (26' e 32') apparso sugli smartphone, tenuti costantemente sotto controllo dai tifosi del Napoli arrivati in Olanda e in panchina da alcuni collaboratori di Maurizio Sarri, ha di fatto reso completamente inutile la partita del de Kuip, così come il gol del 2-1 di Aguero su rigore in pieno recupero.

Dal City non è arrivato l'aiuto sperato e promesso da Guardiola: "Le partite raccontano storie a sé e non si possono prevedere". "Ora - aggiunge Sari - all'Europa League non ci penso, arriverà tra due o tre mesi, ma sarà sicuramente una competizione che dovremo tenere in seria considerazione: la onoreremo fino in fondo". Queste le sue dichiarazioni:"Ci darebbe una bella spinta dal punto di vista economico, anche se a me non interessa". Fa male perdere al 90° minuto, dovevamo fare di più per vincerla. In queste tre partite ci manca la brillantezza offensiva che ci permette di concludere l'azione. Penso che sia giunto qualcosa visto che per mezz'ora abbiamo fatto benissimo e poi dopo ci siamo spenti. I lamenti sono continui e per gli argomenti più disparati, colori delle maglie, condizioni dei terreni di gioco, orari delle gare, fatturati.

Sarri deve quindi per forza vincere stasera per raggiungere quello che era l'obiettivo minimo ad inizio stagione, e cioè gli ottavi, ma dovrà fare a meno di Lorenzo Insigne, non al top della forma: "Siamo senza Insigne ma dobbiamo fare bene lo stesso". Ora però pensiamo al finale di questo anno e a risolvere qualche problema che abbiamo. Siamo ancora in testa, ma la strada è ancora lunga: noi non molleremo. Io comunque avrei il gusto di essere l'allenatore del primo Napoli ad essere passato per due anni consecutivi ai gironi.La qualificazione ci può dare anche convinzione per la prossima Champions.

Altre Notizie