Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Altered Carbon, la serie TV Netflix: si può vivere per sempre?

Altered Carbon Netflix rilascia il trailer di Altered Carbon, la serie sci-fi con Joel Kinnaman
Deangelis Cassiopea | 05 Dicembre, 2017, 21:15

Arriva su Netflix il 2 febbraio 2018 "Altered Carbon", una nuova serie fantascientifica. O un incubo. Soprattutto a vedere le immagini che si alternano con la pubblicità della Psychasec e che ci anticipano la trasposizione televisiva del romanzo di Richard K. Morgan - da noi edito come Bay City (2002) - vincitore del Premio Philip K. Dick e con cui l'autore britannico diede il via alla serie di Takeshi Kovacs. Dal western con Godless, al mystery con la serie tedesca Dark, la piattaforma di streaming tornerà al contrario sul terreno del sci-fi, già battuto con la serie antologica Black Mirror, e con scarso successo con serie come The AO. La serie è ambientata in un futuro molto lontano (300 anni da oggi), in cui la società ha scoperto il modo di trasferire la coscienza da un corpo sintetico all'altro.

La mente digitalizzata viene trasferita in un nuovo corpo, chiamato "custodia", per dare così possibilità alla coscienza di continuare ad esistere e agli esseri umani di "vivere per sempre nel corpo che meritano".

La prima stagione di Altered Carbon sarà suddivisa in 10 episodi, il primo dei quali è stato affidato a Miguel Sapochnik, già conosciuto per aver diretto l'episodio di Game Of Thrones "La Battaglia dei Bastardi". La serie seguirà le vicende del soldato Takeshi Kovacs (Joel Kinnaman), riportato in vita a distanza di secoli per indagare sul caso del tentato omicidio di Laurens Bancroft (James Purefoy), l'uomo più ricco della Terra. Mentre la polizia lo ha giudicato un suicidio, Bancroft è convinto di essere stato assassinato e vuole che Kovacs scopra la verità.

Il progetto curato da Laeta Kalogridis è stato rifiutato numerose volte da diverse case di produzione prima di trovare l'interesse di Netflix.

Altre Notizie