Mercoledì, 19 Settembre, 2018

Salvini e il fotomontaggio come ostaggio delle Br: "Li denuncio"

Salvini imbavagliato su Facebook'Questa è violenza Matteo Salvini "ostaggio" delle Br su Facebook: "E' vera violenza ma non mi fanno paura"
Evangelisti Maggiorino | 04 Dicembre, 2017, 19:07

Non mi fanno paura, mi danno ancora più forza: "andiamo a governare!", ha subito commentato il leader della Lega. "Minacce e fotomontaggi non fermeranno il nostro segretario Salvini e i nostri militanti nella rivoluzione del buon senso, di cui il nostro Paese ha bisogno". Il fotomontaggio mostra Matteo Salvini, con un microfono lavalier tipico delle dirette televisive, imbavagliato davanti a un drappo delle Brigate Rosse. "Oggi stesso denunceremo l'autore - ha annunciato Salvini - e attendo reazioni scandalizzate come quelle dei giorni scorsi dove è stato detto tutto e il suo contrario su episodi di presunta violenza". Sono altrettanto sicuro che di fronte a tante inaccettabili minacce si aprirà anche un serio dibattito sulla violenza vera e non presunta. A chi minaccia Matteo Salvini rappresentandolo come Aldo Moro consigliamo di trovarsi un buon avvocato, di studiarsi un po' storia e di parlare con le famiglie di chi è morto negli anni di piombo così da imparare un po' d'umanità. Solidarietà e indignazione per l'accaduto da parte di diversi esponenti politici. L'immagine è stata pubblicata da un account di nome 'Vento ribelle' ed è accompagnata dal commento "ho un sogno". "Mi auguro che Facebook chiuda al più presto questa pagina e che le autorità competenti risalgano agli autori del post". Il traffico del sito internet risulta così basso da non essere calcolato dagli strumenti di analisi dei siti, ma la pagina Facebook conta circa 115 mila follower.

Inizialmente una dirigente della Lega Nord aveva segnalato il post a Facebook affinché fosse rimosso, ma gli amministratori del social network avevano risposto che "non violava gli standard della comunità".

Altre Notizie