Lunedi, 10 Dicembre, 2018

DIRETTA Roma-Qarabag, la conferenza di De Rossi: seguila LIVE

20171204_144357_FE706F77 Di Francesco: "Tre punti col Qarabag, non serve altro"
Cacciopini Corbiniano | 04 Dicembre, 2017, 15:35

Sarà difficile, anche se fisicamente e mentalmente sono abbastanza confortanti i dati, poi ci sono altre problematiche, di qualità che devi avere e che non so se avrò.

Per Di Francesco. Aggiornamento su Perotti e Nainggolan?

Saranno entrambi convocati, quindi sono a disposizione.

"Il nostro destino passa dalle nostre mani, l'obiettivo è andare agli ottavi e vincere contro il Qarabag". Con lui ci sarà il capitano Daniele De Rossi. Cosa vuoi promettere ai tifosi?

E' una squadra che ha fatto molto bene in trasferta, soprattutto a Madrid. Non può che farmi piacere.

Quali rischi presenta la partita di domani?

Innanzitutto è una partita che va aggredita dall'inizio, con la mentalità che ci ha contraddistinto fino adesso. Dobbiamo aggredirli e non lasciarli respirare.

La prepari come tutte le partite importanti che giochi, non la prepari diversamente da un derby o da un Roma-Juve. La sola cosa che conta è vincere con il Qarabag.

Di Francesco.Quanto è cambiata la sua squadra rispetto alla gara di andata?

Comincia la conferenza stampa di Di Francesco e De Rossi. Tutto però in linea con la nostra realtà, ci sono squadre più attrezzate. "Non mi ricordo un girone cosi', sarebbe una bella immagine da esportare in Europa", ha aggiunto l'azzurro in conferenza stampa. Prima passiamolo e poi lo potremmo ricordare come una delle serate migliori.

Su Spalletti: "Avevo ragione a dire che sarebbe stato complicato sostituire Spalletti". La prossima è davvero molto importante, di sicuro pensare a Genova non mi aiuterà. Facciamo gli scongiuri, ma i primi 6 mesi del mister sono i migliori primi 6 mesi di ogni allenatore della Roma.

"Oggi non è la nostra priorità, il futuro immediato lo consideriamo da domani".

Domani dovrebbe arrivare l'ok per lo stadio.

Il passaggio del turno che effetto farebbe? Preferirei rispondervi alla prossima conferenza dopo aver passato il turno. Non è scaramanzia, ma è giusto nell'oggettività di essere passati. Ero a casa, ma sono stato felice.

"Dico che credo che ognuno di noi vorrebbe giocare in Champions, è il nostro lavoro".

De Rossi. Hai avuto una carriera straordinaria per tanti motivi, sia nella Roma che in Nazionale. A 35 anni o ti diverti ancora o non lo fai.

Se calcoli un calciatore gioca 16 anni a calcio e prende due giornate di squalifica l'anno, sono 32 giornate, se la matematica non è un'opinione. Qualche casino l'ha fatto, sapete cosa è successo, del clima con Francesco.

"Io canto sempre, è piacevole sentir cantare lo stadio". Il mio ingresso nei social l'ho fatto per eliminare tutti i profili falsi su di me. "Volevo mandare un messaggio alla gente, di sostenerci come sempre". Ho visto Florenzi in crescita, volevo dargli continuità, non volevo fermarlo per la sua consapevolezza del ruolo. Abbiamo lavorato sui concetti difensivi importanti e volevo li mettesse in campo in una partita. "Scelta un minimo rischiosa, l'ho voluta fortemente".

Sarebbe realistico porsi un obiettivo di questo tipo. Ho sempre detto di voler smettere prima di non farcela più e prima di iniziare a non divertirmi più. Vincere lo scudetto non è una cosa impossibile che succeda.

Chi sceglierebbe tra le squadre con cui contendersi il titolo?

Mi interessa in maniera relativa.

Altre Notizie