Lunedi, 11 Dicembre, 2017

L'astice "tatuata": lattina di pepsi impressa sulla chela

Canada pescata un'aragosta con il marchio Pepsi sulla chela La foto di questa aragosta è diventato il simbolo della lotta all'inquinamento marino
Acerboni Ferdinando | 01 Dicembre, 2017, 13:48

Prima di posizionare l'astice in una cassa per la vendita, che potrebbe essere arrivata negli Stati Uniti, la pescatrice ha scattato una foto e l'ha postata online. Un'aragosta pescata al largo dell'isola di Grand Manan, nel New Brunswick, presentava infatti un logo inconfondibile sulla chela, come se fosse stampato o tatuato.

L'equipaggio dell'Honor Bound è a lavoro quando una pescatrice, Karissa Lindstrand, si accorge di un dettaglio che lascerebbe a bocca aperta anche il più esperto del mestiere.

"Mi sono detta: 'Oh, ma quella è una lattina di Pepsi' - racconta la fotografa - Sembrava che fosse una vera e propria stampa sull'artiglio dell'aragosta".

A dare notizia del ritrovamento è stata per prima l'emittente canadese Canadian Broadcast Company (CBC), ma l'immagine ha fatto subito il giro del web diventando un'icona di quanto i mari siano inquinati dai rifiuti umani. Un'immagine ripresa dalle principali testate del mondo e che sta facendo discutere sull'inquinamento marino.

Come non molto tempo fa fece la foto scattata in Indonesia da Justin Hofman di un cavalluccio marino che con la coda tiene un cotton fioc.

Secondo uno studio della rivista Nature, pubblicato all'inizio dell'estate, sono tra i 1,15 e i 2 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica che vengono scaricati ogni anno dai corsi d'acqua negli oceani.

Altre Notizie