Lunedi, 11 Dicembre, 2017

Salgono gli occupati,+226mila a ottobre

Istat a ottobre 246mila occupati in più rispetto al 2016   
                       
                
         Oggi alle 11:10- ultimo aggiorname Istat a ottobre 246mila occupati in più rispetto al 2016 Oggi alle 11:10- ultimo aggiorname
Esposti Saturniano | 30 Novembre, 2017, 17:06

Rispetto a ottobre 2016, il tasso di occupazione è cresciuto di 0,7 punti percentuali. Dal calcolo del tasso di disoccupazione sono per definizione esclusi i giovani inattivi, cioé coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perché impegnati negli studi.

Nel trimestre agosto-ottobre, rispetto ai tre mesi precedenti, alla crescita degli occupati si accompagna il calo dei disoccupati (-1,1%, -33 mila) e degli inattivi (-0,4%, -56 mila).

Positivi invece i numeri relativi alla disoccupazione giovanile, relativa ai ragazzi tra i 15 e i 24 anni di età, che a ottobre si è attestata al 34,7%, con una diminuzione di 0,7 punti rispetto a settembre e un calo di 2,5 punti rispetto a ottobre 2016. Tra gli altri dati emersi negli ultimi sei mesi, gli ulteriori 1.644 lavoratori provenienti da altre regioni italiane che hanno trovato occupazione in Alto Adige, e la cui presenza attualmente supera le 12mila unità. Un tasso di crescita analogo ha riguardato l'apprendistato, mentre quelle a tempo determinato sono aumentate del 24,2%. Il numero dei lavoratori è rimasto stabile rispetto a settembre, ma su base annua si conferma una crescita di 246mila persone al lavoro. Il tasso di inattività rimane invariato al 34,5%. L'occupazione è stabile per entrambe le componenti di genere. Il tasso di occupazione femminile al 49% (invariato su settembre, +0,7 sull'anno).

L'Istat ha comunicato oggi i dati aggiornati sull'occupazione e sulla disoccupazione. Diminuisce anche il tasso di disoccupazione giovanile, che si attesta al livello più basso da giugno 2012. Le variazioni in miglioramento nel medio-lungo periodo continuano a riguardare anche gli inattivi, che diminuiscono di 183mila in un anno e di 857mila da febbraio 2014, e i disoccupati, che risultano -140mila in un anno e -391mila da febbraio 2014. "Con gli incentivi previsti nella legge di bilancio per il 2018 - conclude Poletti - contiamo di rafforzare ulteriormente questa tendenza, in particolare sostenendo le assunzioni di giovani con contratti di lavoro stabile".

Altre Notizie