Sabato, 15 Dicembre, 2018

Fake news, M5S attacca New York Times e Buzzfeed: "Inchieste bufala"

20171127_210829_23ABFF1F M5S contro BuzzFeed e New York Times: "L'inchiesta sulle fake news è una bufala"
Evangelisti Maggiorino | 27 Novembre, 2017, 19:07

Partiamo dai tempi, perché sono importanti. "Non esiste. Ecco, questo è un esempio di fake news", sono le parole di Carrai.

"Le due inchieste - continua - arrivano, guarda caso, alla vigilia della Leopolda di Matteo Renzi, dedicata, guarda caso, proprio alle fake news". "Entrambi i pezzi, apparentemente indipendenti, nascono però da una ricerca condotta da un tecnico del web non strettamente indipendente, Andrea Stroppa, che di fatti viene citato nei due articoli".

Danti ricorda come la minaccia posta dalla disinformazione che viaggia in Rete sia una minaccia transnazionale, e per questo crede "che sia arrivato il momento di prendere decisioni a livello continentale". Sottolineando come Stroppa lavori per una società di Marco Carrai, persona vicina a Renzi. È il braccio destro di Matteo Renzi, nonché grande sostenitore delle sue campagna elettorali, al quale l'ex premier voleva persino affidare la guida dei servizi segreti italiani. "BuzzFeed e il New York Times pubblicano due articoli spacciandoli per inchieste giornalistiche sulle fake news partendo da una ricerca condotta da un dipendente di Marco Carrai, fonte, vista la sua estrema vicinanza a Renzi, piuttosto discutibile", è il contenuto del post apparso sul blog. Diciamocelo chiaramente: "sembra un giochino apparecchiato su misura dal segretario del Pd, oramai in caduta libera".

Una questione - quella delle fake news - destinata a infiammare il dibattito in campagna elettorale.

Il tema vero, per l'eurodeputato, "è la responsabilità delle piattaforme attraverso le quali le fake news viaggiano". E non ci vuole un genio a capire che questi siti nascono spontaneamente.

"Le fake news e il loro contrasto sono argomenti topici non solo per quanto riguarda l'attualità politica, ma anche per gli effetti che possono avere sul sistema democratico europeo".

E ancora: "Se sono un tifoso di calcio e apro una pagina in cui diffondo notizie false sul Torino non significa che io sia a libro paga della Juventus".

Altre Notizie