Вторник, 12 Декабря, 2017

Laura Boldrini: "Perché gli uomini che rispettano le donne restano a guardare?"

Violenza di genere 1400 donne alla Camera dei deputati Io non mi scuso
Esposti Saturniano | 25 Ноября, 2017, 18:53

L'Italia si mobilita per la giornata mondiale contro la violenza sulle donne 2017.

Boldrini ha promosso a Montecitorio l'iniziativa #InQuantoDonna, per la prima volta l'aula di Montecitorio è aperta solo alle donne, alle vittime di violenza e a chi le sostiene.

Nonne diventate unico riferimento per gli oltre 1600 orfani di femminicidi. Prima di precisare: "Si tratta di un orientamento che non solo ci è imposto come dovere morale e obbligo giuridico: è anche l'unica strada concretamente percorribile per trovare una soluzione di lunga durata alle cause profonde dei focolai di destabilizzazione attivi nel mondo e nel Mediterraneo". In Italia ne viene uccisa una ogni due giorni e mezzo. Agli uomini è richiesto di fare un balzo in avanti: "uscire finalmente da una cultura che per secoli, per millenni, ha ridotto la donna a una proprietà", aggiunge Boldrini. "Questa giornata mette le donne al centro del dibattito e le tematiche che le riguardano".

Per Boldrini‏ il "caso Weinstein ha scoperchiato la vergogna delle molestie sul lavoro". Sugli scranni e nelle sale del palazzo sono 1.300: vittime di stupro, violenza domestica e stalking. "Questo non può più succedere". "I ritratti delle uccise - dice Paola Volpato - mostrano donne spesso sorridenti, ignare, fiduciose e tutte loro insieme fanno percepire la vastità e la crudeltà di un fenomeno che travalica l'elemento individuale e sociale, ma trae origine dal nodo irrisolto della discriminazione di genere. Non dovrebbero essere con noi?".

L'uguaglianza tra uomini e donne sara' la "grande battaglia del quinquennato" del presidente francese Emmanuel Macron che, in occasione della Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne, ha fatto osservare un minuto di silenzio all'Eliseo in omaggio alle 123 vittime uccise nel 2016. Ma le leggi non bastano. "Ma quando c'è la violenza nulla si rimette a posto e il silenzio non è rifugio, non offre vie di scampo, il silenzio isola e la parola aggrega, il silenzio uccide ed è la parola a salvare". Perciò oggi voglio dare la parola a voi che il silenzio l'avete rifiutato, che avete deciso di parlare, di riprendervi la vostra libertà.

Altre Notizie