Mercoledì, 17 Luglio, 2019

Natale, il 23 novembre le prime luminarie: si inizia all'Arco della Pace

A Senigallia è quasi Natale: corsa contro il tempo per accendere le luminarie il 2 dicembre Natale, il 23 novembre le prime luminarie: si inizia all'Arco della Pace
Evangelisti Maggiorino | 24 Novembre, 2017, 01:45

In tutto si spenderanno 20 mila euro per illuminare la zona pedonale. e non solo, del centro di Saronno: fra le aree interessate anche quella della stazione ferroviaria di "Saronno centro" in piazza Cadorna e via San Giuseppe.

Il 30 novembre sarà la volta di corso Buenos Aires per un chilometro e mezzo di sfere dorate realizzate da Liu Jo. Venerdì 1 dicembre tocca a via Dante e via Mercanti, addobbate con sfere e frange luminose grazie a Dyson, mentre corso Como vedrà l'intervento sponsorizzato da Nuncas e Cameo con installazioni colorate d'ispirazione liberty.

Numerose però anche le strade di periferia che saranno illuminate per Natale. E' stato acceso già questa sera il grande albero di 13 metri arrivato proprio questa mattina in piazza Vittorio dall'Austria, e posizionato al centro del villaggio natalizio.

Numerose anche le strade che verranno decorate grazie alle associazioni di commercianti. Cristalli di neve in via Festa del Perdono, piazza Santo Stefano, via Laghetto e via Bergamini, vicino all'Università Statale.

Sempre da venerdì 1 dicembre saranno accese le caratteristiche luminarie allestite nei pressi dei cantieri della M4, la nuova metropolitana che attraverserà la città da Ovest a Est, da Segneri a corso Plebisciti passando per il centro. In contemporanea tornerà ad accendersi corso Vittorio Emanuele, con lampadari ispirati alle sagome di golose caramelle e bastoncini di zucchero.

Luminarie natalizie anche in periferia.

. Luci anche in un tratto di via Meda e via Aprea a Ponte Lambro e nei quartieri Calvairate, Corvetto e in piazzale Martini: "Le luci di Natale che illuminano le vie principali dello shopping possono brillare anche quest'anno nelle periferie della nostra città". E' il caso di "Ars et Lux agli Olmi", nell'omonimo quartiere della periferia Sud-Ovest di Milano, grazie agli studenti di seconda e terza di Grafica multimediale e Manutenzione e assistenza tecnica dell'istituto Galilei-Luxemburg.

Altre Notizie