Вторник, 12 Декабря, 2017

Dybala a France Football: "Juve a vita? Non prometto niente"

Juventus parla Dybala “Non voglio promettere che starò qui a vita” Dybala a France Football: "Juve a vita? Non prometto niente"
Cacciopini Corbiniano | 21 Ноября, 2017, 21:07

"Con questo non intendo dire che sarà la mia ultima stagione a Torino", ha aggiunto il giocatore, che dichiara di sognare il Pallone d'Oro: "Una volta ero con alcuni amici".

L'argentino, intanto, si racconta in un'intervista alla rivista France Football partendo dai trofei e dalle incognite sul futuro: "Voglio vincere il più possibile, è l'unica cosa che voglio". La rete è arrivata domenica a Genova contro la Sampdoria, ma non è bastato alla Juve per evitare la sconfitta. Infine si ritorna sulla finale di Champions League persa a Cardiff contro il Real Madrid: "Abbiamo sbagliato completamente il secondo tempo, io mi sentivo impotente". Avevamo subito solo tre gol in tutta la competizione, all'improvviso abbiamo subito 4 gol.

Quest'anno la Vecchia Signora sta andando leggermente peggio dello scorso anno: in campionato ha due punti in meno e in Champions c'è una qualificazione da conquistare. E' uno dei migliori che abbia mai visto giocare. Il numero 10 della Juve avrebbe detto a Beppe Marotta di voler restare a vita in bianconero ma il giocatore, intervistato da France Football, ha di fatto smentito le dichiarazioni dell'amministratore delegato della Juve.

"Mi piacerebbe vincere il Pallone d'Oro giocandomela con Neymar - sottolinea Dybala -, al momento però è lui quello più vicino a vincerlo, essendosi avvicinato a Messi e Ronaldo". E a proposito del brasiliano, Dybala spende parole al miele: "Devo ammettere che ci manca molto uno come lui, ha un'ampia visione di gioco come pochi e scendeva in campo con grande sicurezza". Messi? Io ho sempre ammirato Ronadlinho ma Leo è il Maradona della nostra generazione. Per me - prosegue Dybala - è un onore giocare insieme a lui in Nazionale. Ci ha trascinati al Mondiale nella partita con l'Ecuador, è un leader.

Dybala sul paragone con Messi: "L'espressione di 'nuovo Messi' non è deleteria per un calciatore, dipende da come la si prende". Pogba? Anche la sua partenza è un duro colpo. "Qualcuno non la vive bene, io però sono contento e scendo in campo concentrato per raggiungere i miei obiettivi". "Buffon rimane una leggenda, ha quasi 40 anni ma è come se ne e avesse 20".

Altre Notizie