Martedì, 17 Settembre, 2019

Mertens: "Diventai subito napoletano. Il mio gol preferito? Nessuno lo ricorda…"

Mertens: «Siamo avanti a tutti, è importante. Sarri mi ha insegnato il calcio» Napoli, Mertens: “Con Sarri sembra di giocare con un uomo in più”
Cacciopini Corbiniano | 18 Novembre, 2017, 12:02

Una partita pericolosa per il Napoli che ad ogni modo resta favorito visti i valori in campo.

"Avevo giocato qui con l'Utrecht". Una cosa che mi piace del suo gioco è il modo in cui organizza le fasi in cui noi abbiamo il possesso di palla e poi come struttura la pressione che facciamo sugli avversari nelle fasi in cui sono loro a giocare il pallone. Ora il belga è uno dei più prolifici del nostro campionato e si racconta così sulle colonne del Corriere dello Sport: "Il calcio in Italia è una bellissima malattia. Mi piace perché è molto tecnico ma può fare anche male quando difende". E' diverso il sentimento che qui provano per il calcio e i suoi protagonisti rispetto a quanto conoscevo in Belgio. Quando un giocatore va oltre i 1000 minuti c'è il rischio che qualcuno si rompa. "Napoli si stringe attorno ai giocatori della sua squadra, li fa sentire tutti napoletani da sempre". Quando la società mi ha acquistato sono venuto con tutta la famiglia e mi sono ambientato facilmente.

"Ho parlato con lui, mi ha detto che è stata una scelta dell'allenatore".

Napoli che viaggia in solitaria in vetta alla classifica e, nonostante il pareggio di Verona contro il Chievo, spera di lottare per lo Scudetto fino alla fine della stagione: "Speriamo". Gli infortuni di Milik e Ghoulam non aiutano. Il mio preferito è stato il gol contro la Fiorentina, nella partita che abbiamo giocato in casa. Lui ha tirato, il portiere ha respinto e io ho fatto gol. Io avevo quattro anni, si poteva iniziare solo a cinque. Una gestione un po' più oculata sarebbe salutare per la squadra del Napoli.

Dries è entrato di prepotenza nel cuore dei tifosi azzurri, un feeling immediato, anche quando si alternava in attacco sulla sinistra con Insigne, esploso definitivamente adesso che da prima punta segna a ripetizione. "Il mare. Mi sveglio con il caffè, vedo il mare e questo mi fa felice".

Altre Notizie