Lunedi, 26 Agosto, 2019

CONFERENZA - Inzaghi: "Derby sfida a sè, servono grinta e voglia. Immobile?…"

Il derby è della Roma alla Lazio non basta Immobile Il derby è della Roma alla Lazio non basta Immobile
Cacciopini Corbiniano | 17 Novembre, 2017, 16:24

"Affrontiamo una squadra di grande qualità".

"Ciro risente ancora del problema muscolare che aveva accusato alla vigilia con l'Udinese". Abbiamo preferito lasciarlo a riposto, oggi c'è l'allenamento e valuteremo, ci sono speranze, vedremo come reagirà. Immobile è un giocatore generoso, la scorsa stagione ha saltato solo due partite: "c'è la speranza di vederlo in campo domani".

È al suo quinto derby da allenatore, ma le sfide con la Roma Inzaghi le vive dal 1999.

"Non è una partita uguale alle altre, sono due partite a sé in un campionato". Si vedrà, per il resto la formazione è fatta, si andrà avanti con il classico 3-5-2, in porta ci sarà Strakosha. Dovremo affrontarlo con tantissima corsa, aggressività e determinazione sapendo che affrontiamo una squadra con una qualità di giocatori assoluta e che non ha paura di affrontare la Lazio. Chi vincerà il derby prenderà un'inerzia a favore. Bisogna parlare poco e giocare nel migliore dei modi, i ragazzi sono tornati bene dalle nazionali. Questo è importante". Infine un appello alle due tifoserie: "Voglio sia un derby all'insegna dello spettacolo. In questi giorni è caduto l'anniversario della scomparsa di Gabriele Sandri, mi auguro che sia un grande spettacolo.

Sulla Roma: "La considero con la Juventus la migliore rosa".

Sulla gestione di Immobile in Nazionale. Mi aspetto di veder tornare dalle Nazionali tutti i giocatori carichi, Immobile, Parolo, ma soprattutto Milinkovic. Sappiamo che non è una partita uguale alle altre, quasi tutti i giocatori hanno giocato il derby. "Adesso è ritornato. Ha ancora il problema e verificheremo tutto".

"Si sono allenati con la squadra bene, però non ancora ai loro livelli, alla fine delle sedute avevano ancora dei problemi". Hanno ancora qualche piccolo problema e abbiamo deciso che avranno ancora qualche giorno di lavoro personalizzato. "Quando li avrò a disposizione li vorrò al cento per cento e non part-time". Con il Chelsea hanno fatto cosi per esempio.

"Il derby è una partita a sé - ha osservato l'allenatore biancoceleste in conferenza stampa - L'anno scorso ne abbiamo giocati addirittura quattro, tutti di grandissimo livello".

Come si prepara un derby sotto il punto di vista della comunicazione? Si riparte dal derby della Capitale, una sfida che oggi vale a tutti gli effetti le primissime posizioni.

"Hanno vissuto una grandissima delusione, il calendario prospetta subito una grande partita, la loro rabbia agonistica avranno modo di sfogarla domani, sperando che Immobile sia in campo".

"Due squadre entrambe forti, con due allenatori, Spalletti e Di Francesco, entrambi bravissimi. Di Francesco in poco tempo ha trasmesso il suo pensiero alla squadra".

Siete sullo stesso livello con la Roma? "A giugno nessuno si sarebbe immaginato la Lazio davanti alla Roma".

"Due squadre che stanno offrendo un ottimo calcio".

Altre Notizie