Вторник, 12 Декабря, 2017

Milan, le parole di Suso: "Stiamo crescendo. Sogno di andare al Mondiale"

Suso Callejon Suso spiega tutto sulla clausola di uscita
Cacciopini Corbiniano | 16 Ноября, 2017, 16:13

"E' più facile che il Milan arrivi in Champions, una squadra come il Milan deve giocare la Champions League, ha comprato tanti giocatori forti e stiamo facendo le cose bene".

"È forse il momento più bello della mia carriera: sto giocando con continuità nel Milan come prima non mi succedeva e stiamo migliorando, stiamo crescendo". C'è una clausola nel mio contratto ma sono contento qua al Milan.

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Suso, uomo simbolo della rinascita del Milan e grande protagonista già la passata stagione nella corsa al sesto posto, ha parlato del momento dei rossoneri, della sua convocazione nella Nazionale spagnola, della sua clausola rescissoria e del mercato. Penso che Montella sia finora stato l'allenatore più importante per me, è così. E la nazionale è un sogno. Montella è stato importante per me, mi dà la fiducia che prima non avevo. Ogni volta che vado in campo provo a fare il massimo, sia per lui, che per la squadra. Mercato? Potevo andare via, sono rimasto e sono molto contento. Poi mi fa giocare dovunque: ho giocato punta, mezzala, trequartista... prova di tutto. "Mi ha fatto giocare ovunque, con lui ho un rapporto ottimo e sono molto contento". Giocano molto bene, si conoscono da tanto tempo: sarà difficile. "Ma se noi lavoriamo bene e facciamo bene in difesa, c'è la possibilità di vincere".

"Quando abbiamo cominciato, quando abbiamo cambiato modulo, il mister cercava quello di cui noi avevamo bisogno e, adesso, magari, lo sta trovando". Se avessi voluto andare via non avrei rinnovato e sarei andato via ad un prezzo basso. È vero che siamo tanti giocatori nuovi, ma dobbiamo continuare così. Poi, la rottura delle fibre muscolari degli adduttori in quel di Udine, pose fine a quel sodalizio tecnico che, al San Paolo, è pronto a riprendere in mano il Milan. "Ma non è quello, perché io sono molto contento della società, dei miei compagni, quindi, fosse per me, rimarrei a lungo".

Altre Notizie