Venerdì, 24 Novembre, 2017

Di Maio: "Nel nostro programma ritiro da Afghanistan"

Di Maio da Fazio: Di Maio da Fazio: "Renzi? Non è lui il candidato premier del Pd"
Deangelis Cassiopea | 15 Novembre, 2017, 03:33

"La garanzia vera è il Movimento, una cosa del genere, se solo avesse un minimo di fondamento, si saprebbe già probabilmente". Che, secondo i retroscena pubblicati oggi da Repubblica e Stampa, ha fortemente voluto questo viaggio proprio con l'obiettivo di fare chiarezza sul posizionamento internazionale del M5s. "Siamo sempre stati uno di quei Paesi al centro del Mediterraneo alleati dell'Occidente che hanno sempre avuto buone relazioni con altri Paesi fuori del blocco occidentale". Il candidato premier M5s Luigi Di Maio, dopo la sconfitta alla regionali in Sicilia, è negli Stati Uniti per un viaggio istituzionale come vicepresidente della Camera e principale esponente del Movimento. Per noi quello è un intervento che per la spesa pubblica italiana è insostenibile".Il ritiro delle truppe italiane "è già nel nostro programma ed era già nelle nostre proposte.

Inevitabile, poi, una riflessione sul voto in Germania: "Noi siamo l'unico argine a quelli che sono gli estremismi in Europa, fermo restando che poi il voto mostra anche che i partiti tradizionali sono in declino", ha chiosato Di Maio.

Il candidato premier M5s è anche intervenuto sulla questione Nato. "Non c'è pregiudizio ideologico". "Sul piano bilaterale Italia-Usa e dei rapporti Ue-Usa lavoriamo per proteggere il nostro mercato interno in un'ottica di scambi, la priorita' e' l'export delle nostre eccellenze e li' ci sono ancora tante cose da fare, soprattutto nell'agroalimentare". Vogliamo "abbattere le tasse sulle imprese, anche attingendo al deficit", ha spiegato Di Maio. "Spero di poterne parlare oggi con membri congresso dare alle nostre imprese maggiori possibilita' di esportazione in questo paese, c'e' una grande domanda ma ci sono anche delle dinamiche commerciali che potrebbero essere favorite". "Sul piano multilaterale invece dobbiamo capire quali sono le cose che avvantaggiano l'Italia e quali no".

Altre Notizie