Sabato, 25 Novembre, 2017

Retroscena Italia, Ventura voleva dimettersi dopo l'andata in Svezia

Retroscena Italia: Ventura voleva dimettersi dopo il ko in Svezia Italia da rifondare: Di Biagio in pole per traghettarla a un Ct top
Cacciopini Corbiniano | 14 Novembre, 2017, 21:02

Ventura ha sette mesi di un contratto da 1,5 milioni l'anno, il prolungamento al 2020 era legato alla presenza al mondiale. Sì ma chi? I nomi che si fanno sono quelli di Ancelotti, Conte, Allegri e Mancini e fra questi, secondo quanto riportato da Sky Sport, c'è un candidato più avanti degli altri. "Se voglio continuare? Non dipende da me ed è un discorso che non mi sento di affrontare". Subito dopo il fischio finale del match di San Siro, uno 0-0 che ha impedito all'Italia di ribaltare l'1-0 rimediato in terra svedese, il selezionatore ha scelto di non rilasciare dichiarazioni davanti ai microfoni della Rai, facendosi attendere anche in conferenza stampa.

La nazionale italiana dopo sessant'anni non parteciperà alla competizione mondiale per eccellenza, è questo il verdetto dopo la débâcle contro la Svezia.

Dopo centottanta minuti senza fare nemmeno un gol di rimpallo ad una Nazionale che probabilmente considera la partecipazione al Mondiale già una vittoria da celebrare in piazza, è arrivato per noi - vecchie, livide glorie - il tempo di pensare al futuro. Una caduta libera che si è conclusa con l'eliminazione contro la Svezia.

Naturalmente nell'occhio del ciclone è finito Giampiero Ventura, insieme al presidente federale Carlo Tavecchio che deve ancora rilasciare dichiarazioni, in attesa di prendere una decisione definitiva su quello che sarà il prossimo oommissario tecnico. E così gli animi si sarebbero surriscaldati, con alcuni giocatori che avrebbero esplicitamente chiesto al ct di apportare alcuni correttivi tattici in vista del ritorno. Sembra difficile che Conte torni in Nazionale dopo aver dichiarato più volte mentre l'allenava di preferire un incarico in un club, perché più costante e più facile da gestire, a maggior ragione per un allenatore che ancora ha davanti a sé i migliori anni della sua carriera.

Altre Notizie