Venerdì, 24 Novembre, 2017

Giletti, boom di ascolti su "La7" e ironie sull'Auditel in ritardo

ASCOLTI TV OLTRE 10 MILIONI PER L’ITALIA Ascolti tv sabato 11 novembre 2017: chi ha vinto la sfida auditel?
Deangelis Cassiopea | 13 Novembre, 2017, 19:55

La prima serata su RaiDue prevedeva un episodio della serie Ncis visto da 2 milioni e 71 mila spettatori (7.6%) e, a seguire, la differita del Gp del Brasile di Formula 1: la vittoria della Ferrari con Sebastian Vettel è stata vista da 1 milione e 597 mila spettatori, con uno share del 6.8%. "Il ritardo nella pubblicazione dei dati Auditel relativi alla giornata di ieri, quando peraltro si verificava il primo confronto tv tra l'ex conduttore Rai Massimo Giletti e un Fabio Fazio con ascolti in caduta libera, è un episodio grave sul quale deve indagare l'Autorità per le Comunicazioni".

Alla base del ritardo, spiega Auditel, c'è "un inconveniente tecnico", ovvero "il rallentamento di un server di Nielsen", cioè la società che materialmente gestisce la rilevazione, e questo comporta "un doppio controllo della produzione" prima di diffondere i dati.

I dati sono usciti solo a pomeriggio inoltrato. Dati che per la rete di Cairo rappresentano un exploit notevole e sono comparabili sono a un precedente, quello di Maurizio Crozza, che fino allo scorso anno riusciva ad interessare cifre di telespettatori nettamente al di sopra delle medie di rete. Boom di Massimo Giletti al suo esordio su La7 con Non è l'arena, visto da 1.969.000 telespettatori pari a uno share dell'8,92%. Chi le ha scritto?

L'emozione di Giletti. Alla domanda su come abbia vissuto la prima puntata de Non è l'arena, Giletti si è lasciato andare: "Non ho chiuso occhio, ho dormito un paio d'ore", ha confessato dicendo di avere ricevuto molti 'in bocca al lupo' per la prima puntata del suo programma: "Sono arrivati tutti, qualcuno forse si è dimenticato ma sapete, la domenica magari si fa altro.". "Carlo Conti, ad esempio, Rita Dalla Chiesa, Fiorello.". "Non è arrivato, non importa".

A intervenire sul caso anche Michele Anzaldi, deputato Pd e segretario della Commissione parlamentare per la vigilanza dei servizi radiotelevisivi, che parla di "gestione opaca e senza trasparenza" e si domanda cosa ci sia dietro a uno slittamento di oltre sei ore. "Che dire. a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca".

Non diversa dal deputato di Forza Italia la posizione dell'editore di La7, Urbano Cairo. "Comunque - conclude Cairo - aspettiamo di vedere i dati, intanto ieri sera mi sono goduto la prima di Giletti che è stata eccellente".

Altre Notizie