Venerdì, 24 Novembre, 2017

Italia-Svezia in diretta tv e streaming: come vedere la partita

Italia-Svezia: formazioni, cronaca e risultato in tempo reale Italia-Svezia 13 novembre 2017, playoff Mondiali 2018: orari, formazioni e programmazione tv partita di ritorno
Deangelis Cassiopea | 13 Novembre, 2017, 14:20

Apocalisse, disastro o. redenzione? Sicuramente sarà la partita della vita per l'Italia. Ma per farlo serve ribaltare lo 0-1 dell'andata in Svezia. Adesso la squadra guidata dall'allenatore Gian Piero Ventura, dovrà giocarsi il tutto e per tutto per non mancare l'appuntamento con la qualificazione. Italia-Svezia: lunedì 13 novembre ore 20:45, stadio San Siro. La riposta è palese: non c'è sorpresa, ma c'è preoccupazione. Soprattutto desta inquietudine la sicumera e la pervicacia con cui il ct Ventura porta avanti il suo programma rivoluzionario, vittima del suo integralismo e della poca disponibilità ad osservare attentamente cosa accade tutto intorno. C'è ancora qualche dubbio intorno a formazione e modulo dell'Italia.

Rebus formazione. Meglio cominciare dalle considerazioni del presente. Ma intimidisce, questo è sicuro. A centrocampo Gagliardini in vantaggio su Jorginho per sostituire Verratti mentre sicuri dovrebbero essere De Rossi e Parolo.

La conferma sarà quella del sistema di gioco, con la difesa che resterà a 3 grazie anche al pieno recupero fisico di Barzagli, che dunque giocherà due partite intere di fila come mai gli era accaduto in questa stagione. Insomma, un bel rebus, con la speranza che le incertezze e le perplessità siano solo tra gli addetti ai lavori e non nella testa del mister.

La situazione. La sconfitta contro la Svezia nel catino della Friends Arena di Solna costringe gli azzurri a non fare nessun calcolo. Ma non entro nel merito.

In molti parlano di qualificazione non a rischio, per il fattore stadio, per il livello dei giocatori, per il fatto che lo stesso Ventura sta cercando di caricare l'ambiente con una sicurezza (forse eccessiva a tratti) che potrebbe risultare controproducente alla fine.

Ekdal, ex Cagliari ora in forza all'Amburgo, si dice deluso dall'atteggiamento dimostrato dall'Italia nella partita di andata e dichiara che la Svezia è pronta ad affrontare una squadra che deve vincere a tutti i costi per garantirsi un pass per il Mondiale. Per segnare servirà qualcosa di più in attacco e servirà una manovra più fluida: "La tattica è importante, ma come tutte le altre cose - spiega il ct -".

Altre Notizie