Venerdì, 24 Novembre, 2017

Palermo: nuova vasta operazione antimafia, smantellata cosca di Borgo Vecchio

La Sicilia si ribella al pizzo: 17 arresti. Decapitato clan di “Cosa Nostra”. I NOMI Mafia, 17 arresti a Palermo. Decapitato clan di Borgo Vecchio. Un 16enne usato per il pizzo
Evangelisti Maggiorino | 10 Novembre, 2017, 18:49

In più, le risultanze investigative rilevavano le responsabilità degli autori di una sparatoria avvenuta la sera del 4 marzo 2015, nella piazza centrale del quartiere di Borgo Vecchio, tra i TANTILLO ed i componenti della famiglia di RUSSO Francesco che, dal 2006 al 2008, aveva retto quell'articolazione mafiosa e intendeva, di fatto, riprenderne le redini.

Un 16enne usato per recuperare il pizzo. I Carabinieri sono riusciti a mettere le mani anche sul cosiddetto "libro mastro" delle estorsioni, un vero e proprio documento contabile su cui il clan annotava tutte le proprie vittime. Per gli altri, che hanno negato persino l'evidenza, si profila l'iscrizione nel registro degli indagati per favoreggiamento aggravato a Cosa nostra. Sono stati ricostruiti almeno 14 episodi di taglieggiamenti nella zona del Borgo Vecchio, che, in qualche circostanza, sono avvenute e sono state documentate dai carabinieri.

Dall'indagine è emerso il ruolo di vertice di Elio Ganci nel clan. È accaduto nel 2015 al Borgo Vecchio quando, dopo il pentimento di Francesco Chiarello, i fratelli Domenico e Giuseppe Tantillo capirono che il loro arresto era vicino.

Sono state sequestrate anche diverse attività commerciali riconducibili a cosa nostra, intestate a prestanome ed avviate, in diversi punti della città, mediante il riciclaggio di proventi illeciti. Il comandante ha poi spiegato che "da un'analisi storica del fenomeno estorsivo emerge come in un territorio sottoposto ad un clima di intimidazione diffusa, dove la vittima, anche solo dietro una minaccia verbale, percependo rischi e conseguenze per sé e per propri i familiari, si sente costretta a cedere, la criminalità organizzata riesca nel tempo a imporre il 'pizzo'".

Altre Notizie