Venerdì, 24 Novembre, 2017

Scuole superiori: a Casarano e Maglie le "eccellenze" di Eduscopio

Eduscopio premia le migliori scuole di Bari: tra i Licei primeggiano 'Flacco' e 'Scacchi' Il Sannazaro miglior liceo di Napoli: la classifica secondo i dati di Eduscopio
Evangelisti Maggiorino | 10 Novembre, 2017, 03:16

Al top si conferma il ramo scientifico del liceo Torricelli di Faenza, seguito dal classico del Ricci Curbastro di Lugo.

Per la nuova edizione di eduscopio.it, Gianfranco De Simone e Martino Bernardi - i ricercatori responsabili del progetto - hanno analizzato gli esiti universitari e lavorativi di circa 1.100.000 studenti che si sono diplomati in oltre 6.000 scuole italiane negli anni scolastici 2011/12, 2012/13 e 2013/14.

Pubblicata l'edizione 2017 di Eduscopio, portale della Fondazione Agnelli, dedicato alla qualità dei nostri Istituti di istruzione secondaria di secondo grado.

La Fondazione Agnelli dà i voti alle scuole. A sorpresa, il migliore indice Fga, che unisce la media voti universitaria e i crediti ottenuti, con un peso del 50 per cento per i due indicatori, risulta quello del liceo scientifico di Chiaravalle Centrale, dal momento che la scuola ha ottenuto il punteggio di 72,2. A Napoli il Sannazzaro supera l'Umberto I per quanto riguarda i licei classici, il Mercalli resta primo tra gli scientifici. Medaglia di bronzo sempre per il Ricci Curbastro, ma nel ramo scientifico. Per il liceo classico, il Da Vigo Nicoloso mantiene salda la quarta posizione (come nel 2016) dopo il Mazzini, il D'Oria e il Colombo di Genova. "Il primo istituto, diretto da Concetta Amanti, è primo in provincia per l'indirizzo "tecnico- settore tecnologico" (secondo il "Mattei" di Maglie), mentre il liceo diretto da Maria Grazia Attanasi guida la classifica nell'indirizzo "linguistico" (secondo il "Capece" di Maglie"). Eduscopio ha successo perché le informazioni che contiene sono frutto di analisi accurate a partire da grandi banche dati, perciò oggettive e affidabili: aiuta chi non si accontenta del "passa parola" e, in modo particolare, quelle famiglie che non possono contare su reti sociali e culturali forti. Curiosità e passione, qui, vengono soddisfatti: "La scuola ha uno stile sfidante ed esigente, ma anche comunicativo e attento a valorizzare ogni studente e a stimolare la curiosità e il desiderio di apprendere e di applicarsi".

Altre Notizie