Lunedi, 20 Novembre, 2017

F1: Paradise Papers, coinvolto anche Lewis Hamilton

F1 | Paradisi fiscali ed evasione coinvolto anche Lewis Hamilton F1 – Caso Paradise Papers, trema anche Hamilton: il jet privato 'incastra' Lewis
Acerboni Ferdinando | 09 Novembre, 2017, 21:57

"Questi consulenti hanno rassicurato Lewis che ogni cosa é stata fatta alla luce del sole e la questione é ora nelle mani dei suoi avvocati".

Nuove rivelazioni arrivano dai Paradise Papers, i documenti che riportano le operazioni finanziarie offshore effettuate da vip, imprenditori miliardari e aziende per ottenere vantaggi fiscali.

Secondo l'inchiesta Paradise Papers, sua Maestà ha investito 10 milioni di sterline in un fondo off-shore alle isole Cayman mentre il Ducato di Lancaster, che è sempre di sua proprietà e gestisce in totale 500 milioni di sterline, ha investito altro denaro alle Bermuda.

Come il Bombardier CL635 Challenger comprato qualche anno fa da Lewis Hamilton, un acquisto che non è passato inosservato al punto che il nome del britannico della Mercedes è finito sotto la lente del fisco al fine di verificare che questa transazione... sia stata completata in maniera regolare.

Secondo i media britannici il pilota iridato avrebbe un patrimonio di circa 130 milioni di sterline nascosto in alcuni paradisi fiscali, tra cui Malta o Guernsey, un'isola della Corona britannica.

Nel Regno Unito quest'operazione è consentita solo per velivoli usati a scopo di business commerciale e non a titolo personale.

Il colosso della tecnologia americana "avrebbe creato una struttura segreta per evadere miliardi in tasse cercando un nuovo paradiso fiscale", dopo che l'Unione europea aveva contestato le agevolazioni ottenute in Irlanda.

Bono si è detto "stressato" per la vicenda che lo ha travolto negli ultimi giorni.

Altre Notizie